lunedì 14 giugno 2021

lunedì 17 maggio 2021

Momento Revival #18: Lo strano mondo di Minù (Cristina D'Avena,1985)

 

Serie animata del 1983,tratta dai romanzi dello scrittore norvegese Alf Prøysen,diretta da Tatsuo Hayakawa per lo studio Pierrot,con il character design affidato a Kohji Nantsuka e con le musiche di Tachio Akano,si compone di 130 episodi della durata di 7-8 minuti ciascuno,andati in onda originariamente dal 4 aprile 1983 al 9 marzo 1984 sulla rete televisiva NHK, e trasmessi per la prima volta in Italia su Rete 4 dal settembre 1985.

Trama (da Wikipedia):

Minù Pepperpot è una donna sposata, ormai pensionata e non più giovane, ma forte di carattere, che vive in un paesino nella campagna norvegese con il marito, il Signor Pepperpot (un tipo buffo, magro e cocciuto con dei baffoni grigi, che fa l'imbianchino quasi pensionato), il suo gatto, di nome Aceto, e il suo pigrissimo cane, Saetta, sul finire del 1950.

Nel paesello vivono anche 3 discoli, Prezzemolo (in alcuni episodi chiamato anche Andy), Ortica e Rapa, che, di nascosto dai genitori (mai incontrati nel corso della serie, fatta eccezione per Mint, il padre di Prezzemolo), ne combinano di tutti i colori. Di tanto in tanto, all'improvviso e in modo del tutto incontrollabile, la signora Minù diventa minuscola grazie agli strani poteri del cucchiaino magico col campanellino che porta appeso al collo, che tra l'altro è l'unico accessorio che rimane di dimensioni immutate. Inoltre, da minuscola, acquisisce la capacità di conversare con gli animali. Quando avviene questo "disguido" e si rimpicciolisce improvvisamente, la signora Minù si trova alle prese con i problemi quotidiani, che deve adesso affrontare in scala ingigantita. Fare il bucato, preparare il pranzo e dipingere un tavolo diventano imprese apparentemente insormontabili, che lei però riesce ad affrontare con la buona volontà e con l'aiuto dei suoi amici animali. Talvolta, ad esempio, ha a che fare con i topi vichinghi che abitano la sua casa sul tetto, altre volte con i vari animali domestici o del bosco vicino alla sua fattoria; spesso questi animali sono afflitti da un problema, che la signora Minù prontamente riesce a risolvere. Altre volte questi animali sono arrabbiati con la signora Minù, o con gli umani in generale, per come gli uomini agiscono senza tenere in nessun conto l'esistenza di questi esseri più piccoli, e ciò è una tematica che offre spunti di riflessione. Una volta risolto il problema, per magia Minù ritorna normale, e alla fine dell'episodio ripensa spesso alle cose che ha imparato mentre era piccola, sempre con tanta allegria.

Il marito, il signor Pepperpot, dapprima è all'oscuro del fatto che la moglie si rimpicciolisca, ma nel corso della storia scopre il suo segreto e cerca di aiutare Minù a tenere il resto del suo villaggio all'oscuro del suo "problema". Nel bosco Minù conosce Liulai, una bambina molto particolare che ha per amico un piccolo visone bianco di nome Lu e che vive isolata nel bosco. La sua età esatta e le sue origini non sono mai state svelate, ma potrebbe essere una fatina che conosce i cucchiai magici: inizialmente, infatti, solo la bambina è a conoscenza del segreto di Minù.

La storia non ha un epilogo: semplicemente narra le straordinarie avventure di una vecchietta alle prese con un mondo che in un attimo si fa gigantesco, ma che con coraggio e senza mai perdersi d'animo affronta tutte le difficoltà, aiutando anche chi ha bisogno.

venerdì 14 maggio 2021

Hero Heel (Makoto Tateno)

 

Letto in scans circa un secolo fa,all'epoca dell'uscita di Yellow per la fu Ronin Manga,non so se nel frattempo abbia ricevuto una pubblicazione in Italia,ne dubito però. Non ricordavo quasi nulla di questa serie,se non che l'avevo abbastanza stranamente abbastanza apprezzata (in linea di massima lo yaoi non mi entusiasma,i titoli che mi sentirei di promuovere tra quelli che mi è capitato di leggere,quasi sempre di proposito,va detto,si contano sulla dita di una mano).



Trama:
Minami Masaki è un giovane attore a cui viene affidato il ruolo di protagonista in un telefilm di supereroi:sul set tra gli altri conosce Kazuomi Sawada,che nel telefilm interpreta la parte del suo antagonista e viene colpito dal suo talento e dal suo atteggiamento vagamente sprezzante ma molto professionale,perciò decide di mettercela tutta per essere alla sua altezza:una sera per caso vede il suo collega baciare un altro uomo,e da quel momento comincerà a nutrire un interesse sempre maggiore nei suoi confronti,fino ad innamorarsene,ma vistosi respinto proverà a dimenticarlo.

Personaggi:

Masaki Minami: il protagonista è un giovane attore a cui viene offerto il ruolo di protagonista in una serie di supereroi:subito colpito dall'attore che interpreta il suo antagonista,dopo averlo scoperto omosessuale l'interesse via via crescente nei suoi confronti gli faranno capire di essersene innamorato,ma Kazuomi non sembra ricambiarlo,così Minami cercherà di allontanarsi da lui.

Sawada Kazuomi: l'attore che interpreta l'antagonista della storia è una persona molto professionale e che mette molto impegno in quello che fa.Dichiaratamente omosessuale,non sembra corrispondere i sentimenti di Minami,e quando il suo ex partner e amante arriverà sul set,riprenderà la relazione con lui.

Katagiri: arrivato sul set del telefilm come spalla del protagonista,si accorge subito che Minami soffre a causa di Kazuomi,e si offrirà di aiutarlo a dimenticarlo,diventando l'amante di Minami.

Takagi Yorito: ex collega di lavoro di Kazuomi e suo ex amante,recita una piccola parte anche nello sceneggiato di cui sono protagonisti Minami e Kazuomi.Anche se in passato era stato lui a lasciare l'amante,dopo averlo ritrovato gli chiederà di ricominciare.

Manga:

Titolo originale: Hero Heel (英雄と悪漢,L'eroe e il cattivo)
Storia e disegni: Makoto Tateno
Editore: Biblos (il primo volume),Libre Publishing
Tankobon: 3 (completa)
1a ed.: 10 agosto 2005-10 marzo 2007
inedito in Italia


Autrice:

Makoto Tateno (立野真琴) è un'autrice di fumetti giapponese nata il 23 marzo nella città di Toyama.Molto prolifica,ha al suo attivo più di 30 serie,prevalentemente di genere shoujo o Boys Love (yaoi o shounen-ai);ha debuttato come mangaka nel 1986 con Yuraete Tamago Boys,pubblicato sulla rivista Hana to Yume.
E' una delle autrici più conosciute nei Paesi di lingua anglosassone grazie al suo manga yaoi Yellow,ma molti altri suoi lavori sono stati tradotti in inglese,compreso Hero Heel,mentre in Italia è appena stato pubblicato Yellow,a detta della stessa autrice una delle opere a cui è più affezionata,in quanto suo primo BL in più volumi.

Voto e considerazioni:

Originalità: 7
Storia: 7.5
Disegni: 9
Voto Finale: 8

Yaoi dall'intreccio ben costruito seppure con epilogo in parte prevedibile,si può considerare tra i lavori migliori dell'autrice,nonchè di una buona prova per il suo genere,e nonostante la brevità la storia presenta anche un sufficiente approfondimento psicologico dei personaggi,che risultano ben caratterizzati e credibili nelle loro azioni e motivazioni.
Come sempre una nota positiva per i disegni molto gradevoli,Hero Heel si può sicuramente considerare una lettura quantomeno piacevole.


Links:il sito ufficiale dell'autrice (in giapponese)

http://makoto-egg.com/

giovedì 6 maggio 2021

Crossover e finali (molto) alternativi

 

In realtà fuori dall'Italia certi articoli deliranti non hanno avuto alcuna risonanza,per fortuna,aggiungerei,anche se,come si è visto fin troppo chiaramente nei mesi scorsi, purtroppo non esiste praticamente angolo del momdo civilizzato che non abbia assistito all'increscioso spettacolo di come propositi ed intenzioni in se stessi lodevoli,onestissimi e sacrosanti, una volta portati agli estremi  abbiano prodotto esiti completamente folli quando non aberranti.
Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno,e visto che ormai il danno è stato fatto,noi però ci abbiamo guadagnato qualche meme niente male.

lunedì 3 maggio 2021

Prova costume


Ridendo e scherzando intanto una buona parte della stagione è andata,e cis sono buone prospettive che a fine agosto sfoggerò la silhouette (nonchè il colorito) dei simpatici pupazzi di neve dell'illustrazione

sabato 1 maggio 2021

Simon & Garfunkel - April Come She Will

 

 

April come she will 
When streams are ripe and swelled with rain; 
May, she will stay, 
Resting in my arms again. 
June, she'll change her tune, 
In restless walks she'll prowl the night;
July, she will fly 
And give no warning to her flight. 
August, die she must, 
The autumn winds blow chilly and cold; 
September I'll remember 
A love once new has now grown old.

Citazione...

 


Il cuore guarisce quando capisce,
non quando dimentica.
Ed io non dimentico perché dimenticare è fuggire dalla mia storia.
E allora io resto.
Resto accanto alla mia sofferenza.
Il tempo che serve per accettare un dolore, una sconfitta, una delusione, un addio.
Il tempo che serve per farmi una carezza.
Perché ho imparato che alla fine non si muore.
No. Alla fine, si rinasce.

 

- Andrew Faber
Illustrazione ChristianSchloe

 

venerdì 23 aprile 2021

Earth Day 2021 (22 aprile 2021)


 La Terra non appartiene all'uomo,

è l'uomo che appartiene alla Terra.

              (proverbio dei nativi americani)

venerdì 16 aprile 2021

Rassegnazione

 
 
A quanto pare Star Comics vuol veramente vedermi finire sul lastico,difatti durante gli Star Days di questo pomeriggio ha tra le altre cose annunciato una riedizione anche per Detective Conan,dal prossimo settembre.
Non si conoscono ancora i dettagli di questa nuova edizione,però quando anni fa sospesi la serie,ero cosciente del fatto che nel caso di una sua ripubblicazione (praticamente sicura,era solo da vedere quando sarebbe stata annunciata) molto probabilmente avrei ripreso a seguirla,e difatti questo annuncio mi interessa parecchio,malgrado il non proprio trascurabile dettaglio che all'epoca di certi propositi la serie non aveva lo sfacelo di volumi che ha effettivamente raggiunto ad oggi,senza che peraltro se ne intraveda sia pure in lontananza la conclusione.
Detto questo,e dopo aver abbandonato l'idea di seguire solo i casi che vedano intervenire i membri dell'Organizzazione,esattamente perchè in questo modo rimangono troppi vuoti  nella trama,devo anche dire che comunque trovavo piuttosto intrigante e divertente seguire le vicende dei numerosi personaggi della storia all'interno del composito universo creato da Aoyama,per cui a questo punto penso proprio che mi toccherà affittare un box o qualcosa del genere,perchè oggettivamente 100 e passa volumetti in casa mia non saprei proprio dove sistemarli.
In tutto ciò,sto meditando anche di dare uno sguardo a Shadows House di J-Pop,e mi era sfuggita un'altra ristampa che attendevo da parecchio,ovvero quella di City Hunter,disponibile per Planet Manga dal prossimo luglio in un'edizione da 12 volumi e dal prezzo che mi auguro non superi i 15-18 euro a volume,altrimenti seppure a malincuore dovrei rinunciarci.
Come sa chi mi legge anche sporadicamente,la scorsa estate avevo provato a seguire l'anime,ma il doppiaggio si era rivelato molto al di là della mia capacità di sopportazione,per cui avevo desistito quasi subito,pur rimanendo potenzialmente interessata alle peripezie di Ryo Saeba,che tanto per la cronaca,in Italia era diventato Hunter...

domenica 11 aprile 2021

Prossimamente...

In tempi normali,quando facevamo cose normali come quelle che adesso talvolta capita di dubitare di potere un giorno possibilmente non troppo lontano tornare a fare,e finanche di aver fatto davvero ad un certo punto della nostra vita,ma che anzi facevano parte della nostra quotidianità,questo weekend sarebbe stato probabilmente occupato dal Romics di primavera,l'appuntamento che lo scorso autunno con un'amica ci eravamo promesse come risarcimento di lunghi mesi senza eventi di sorta.
Di fatto invece quello di primavera è saltato esattamente come quello autunnale,però a parziale compenso nel fine settimana si è tenuto un evento digitale a tema,a seguito del quale rinverdiscono ancora un po' le mie prospettive come lettrice di manga,che negli anni passati erano andate sempre più appassendo fino quasi al punto di non ritorno.
Invece,dopo la riedizione di Orpheus del mese scorso e l'ormai prossimo debutto di Skip Beat!,il cui primo volume ho già prenotato su amazon,l'estate vedrà l'arrivo sui nostri scaffali di Ikoku Nikki - Journal with Witch,serie che non avevo mai sentito nominare,ma che dalla sinossi sembra piuttosto interessante:
 

Takumi Asa all’età di 15 anni perde entrambi i genitori e viene accolta in casa da una zia scrittrice, Takumi Makio. La donna non sembra essere il massimo della simpatia, dura e schietta, le dice subito che non sa se potrà mai volerle bene, ma che vivere da lei è sempre meglio che essere trasferita da un parente all’altro. Makio in verità non è mai stata in buoni rapporti con la madre anzi detestava la sorella. Non se ne conoscono i motivi, ma proprio a causa di questi sentimenti ci sarà un muro invisibile tra lei e la nipote. Una coabitazione difficile per entrambe, ma forse col tempo...

A proporla ai lettori italiani è la casa editrice Flashbook,che ne inizierà la pubblicazione nel prossimo mese di luglio,mentre per Star Comics questo pomeriggio è arrivato tra gli altri l'annuncio della riedizione di Inuyasha a partire dal novembre prossimo,riedizione che non ho intenzione di mancare per nessuna ragione,avendo da tempo intenzione di dedicarmi alla lettura di questa serie,ma avendola in passato sempre adocchiata che era già parecchio avanti con la pubblicazione.In effetti ci sarebbe anche altro che potrebbe potenzialmente interessarmi,ma al momento direi che posso considerarmi abbastanza soddisfatta così,per il resto si vedrà quando sarà il momento.


venerdì 9 aprile 2021

sabato 3 aprile 2021

La finestra di Orfeo 1

Primo volume veramente splendido,avevo letto l'intera serie anni fa nell'edizione Planet,e l'avevo trovata una delle migliori che avessi mai avuto la fortuna di leggere.Da allora però non me l'ero mai sentita di rileggerla,perchè piuttosto densa ed impegnativa,anche a livello emotivo,oltre ad avere tavole molto belle,ma anche piuttosto ricche di testo,soprattutto in alcuni passaggi.Non ho quindi mancato l'occasione per dedicarmi finalmente alla rilettura,in un'edizione finalmente all'altezza della bellezza della storia e delle tavole della Ikeda,che sicuramente si godono molto meglio in formato maggiore.
La vicenda prende avvio nella città bavarese di Ratisbona,all'alba di quello che si rivelerà un secolo turbolento e denso di avvenimenti,il 1900.
Due nuovi allievi si sono appena iscritti ai corsi del conservatorio cattolico St. Sebastian: si tratta di Isaak Wesheit,uno studente titolare di borsa di studio,e di Julius von Ahrensmeyer,giovane e bellissimo rampollo di una famiglia nobile della città,che è in realtà una ragazza che però si finge un maschio fin dall'infanzia per poter un giorno ereditare le fortune di famiglia a scapito delle due sorellastre maggiori.
La scuola che li ha accolti è anche il teatro di una suggestiva leggenda;si racconta infatti che guardando in basso dalla cosiddetta finestra di Orfeo,si sia destinati ad innamorarsi della prima donna su cui si posi lo sguardo,ma che questo amore sia destinato a finire in tragedia,proprio come quello tra Orfeo ed Euridice.

giovedì 25 marzo 2021

Yuuki Obata, Le viole son blu 1 (di 2) - riassunto capitoli

 


Cap.1

Kushiro-Hokkaido.E' estate,e Sumire Kinoshita,studentessa liceale di 15 anni,è in biblioteca con alcune amiche per scrivere una relazione:di fronte a loro ci sono alcuni ragazzi di un'altra scuola,e Sumire sta osservando uno di loro,ma i ragazzi vanno via poco dopo.
Una volta tornate a scuola,una delle sue compagne riesce a procurarsi l'album della scuola media frequentata dai ragazzi,ed è così che Sumire scopre che il ragazzo che in biblioteca ha attirato la sua attenzione si chiama Daichi Makimura,e che gioca ad Hockey sul ghiaccio fin da bambino.
La sua amica Chiharu le sta chiedendo se le piace e se non sia il suo tipo,ma Sumire pensa che in ogni caso non avrebbe possibilità;finita la scuola,è sempre in compagnia di Chiharu che Sumire incontra di nuovo Daichi,e l'amica suggerisce di far qualcosa per attirare la sua attenzione,e anche se rimediano solo una figuraccia,Sumire è sempre più decisa a conoscerlo meglio,così lei e l'amica progettano di andare a dare un'occhiata allo studio fotografico dei genitori del ragazzo,e qualche giorno dopo lo fanno davvero,con il pretesto di un rullino da sviluppare;a servirle per caso arriva prorpio Daichi,che però si dimostra poco comunicativo,e dopo averpreso il rullino e lasciato la ricevuta se ne va,lasciandole sole.
Sumire sta cominciando a chiedersi come mai le sia piaciuto proprio lui,e sta pensando di metterci una pietra sopra,sicura che lui non faccia nessun caso alla sua esistenza,ma quando il giorno dopo va a ritirare le foto,lui le dice che c'è in regalo un album fotografico e le chiede di che colore lo vuole:lei risponde che va bene un colore qualsiasi,lui allora gliene dà uno violetto (Sumire significa"violetta"),e lei si rende conto che nonostante non lo conosca praticamente per niente e l'abbia visto solo poche volte,Daichi continua a piacerle.

Cap.2

Una mattina Sumire va con delle amiche al palaghiaccio,dove Makimura si sta allenando con la sua squadra;mentre stanno pensando di avvicinarsi alla pista,Makimura e alcuni suoi compagni si accorgono della loro presenza:lo stesso Makimura all'improvviso si dirige verso di loro,colpendo Sumire sulla fronte col bastone,dicendo loro di andarsene perchè li distraggono,provocando le proteste delle amiche di Sumire,mentre lei rimane in silenzio:intanto Daichi è tornato a sedere,e il suo amico gli sta chiedendo se conosce la ragazza che ha colpito:lui risponde di averla vista nel suo negozio,e quando l'amica insinua che potrebbe essere una sua fan e chiedergli di mettersi con lei,lui risponde che non è possibile,perchè loro due non si conoscono per niente.
Tornata a casa Sumire parla dell'episodio coi fratelli,dicendo di essere rimasta male per le parole di Makimura,ma la sorella le fa notare che alcuni di quei ragazzi puntano al professionismo,e che perciò fanno abbastanza sul serio,così Sumire pensa di doversi scusare per averlo disturbato,mentre dalla sorella ha ricevuto anche il consiglio di dichiararsi.
Finiti gli allenamenti Daichi ritorna a casa,e trova la sua vicina e amica d'infanzia Shinobu a cena da loro:il fratello minore di Daichi,Wataru,le sta chiedendo notizie dei suoi fidanzati,e poi del perchè non si fidanzi con suo fratello:Daichi si alza da tavola,e Shinobu risponde che loro due non si fidanzano perchè Daichi non le chiede di essere la sua ragazza:terminata la cena,Daichi sta salendo in camera sua,e lei gli chiede se può salire con lui,ma lui risponde che ha intenzione di fare una doccia e mettersi a dormire,e Shinobu dice che in quel caso potrebbe cantargli la ninna nanna:lui le dice di non trattarlo come un bambino e di non prenderlo in giro,e lei risponde di non considerarlo tale,andandosene poi piuttosto offesa.
Qualche giorno dopo Sumire è ancora in biblioteca con la sua amica Chiharu,con la speranza d'incontrare Daichi e scusarsi per averlo involontariamente disturbato durante gli allenamenti;lui infatti arriva,ma Sumire non riesce a trovare le parole e il momento adatto per avvicinarsi,e quando infine si avvicina,decisa anche a dichiararsi,si rende conto che lui sta cercando di evitarla,ma una volta tornato a sedere,Chiharu si avvicina e fa cadere alcuni libri addosso a lui e al suo amico,dicendo che le sono sccivolati:Daichi però si ricorda di lei e che qualche giorno prima aveva tirato un calcio al suo bastone e le dice di piantarla di dare fastidio:Sumire arriva a trascinare via l'amica,ma Daichi dice loro di rimettere a posto i libri che hanno fatto cadere,e Sumire glieli toglie bruscamente dalle mani.
Piuttosto interdetto,Daichi esce con l'amico sulla terrazza e comincia a dare da mangiare a piccioni e gabbiani,ma poco dopo i due sentono le ragazze che stanno parlando di Makimura,dicendo che è antipatico ma anche molto figo quando gioca ad hockey.
I ragazzi si ritrovano dentro,e Makimura toglie una grossa briciola di pane dai capelli di Sumire,così lei si ritrova a desiderare di vederlo di nuovo giocare ad hockey.

Cap.3

In classe Sumire sta ripensando all'ultimo incontro con Daichi,durante il quale lui le ha per la prima volta rivolto la parola per primo,mentre lei teme di aver fatto una brutta figura tirandosi indietro quando lui ha allungato una mano per toglierle la briciola dai capelli:intanto Chiharu le ha preso il telefono,e glielo restituisce dopo averci memorizzato su il numero di cellulare di Daichi,avuto da un suo amico:lei gli suggerisce di mandargli subito un sms,ma Sumire esita,non sapendo cosa scrivergli.
All'uscita da scuola Chiharu dice di dover passare a ritirare un cd,e Sumire le dice che l'aspetterà in libreria,ma lì incontra di nuovo Daichi,e anzi i due fanno anche un pò di conversazione,finchè lui non riceve una telefonata e va via:a questo punto Sumire ha voglia di mandargli un messaggio,ma ancora non sa cosa scrivergli.
Nel mentre Daichi è in classe che controlla i messaggi,quando vede una sua compagna che ha in mano il libro delle filastrocche di Mamma Oca e le chiede di prestarglielo:vuole cercare la filastrocca di cui parlava Sumire in libreria,e che lei all'improvviso aveva detto di non ricordare,proprio nel punto in cui lui scopre che c'è la dichiarazione (la filastrocca è una poesia da regalare a chi ci piace il giorno di S.Valentino);intanto Sumire sta sempre cercando di trovare il coraggio di mandare un sms a Daichi,e nonostante gl'incoraggiamenti dell'amica non riesce a decidersi:anche per strada sta pensando a cosa scrivergli,quando lo vede insieme ad alcuni amici dall'altro lato della strada,e mentre si sta chiedendo se attraversare o no,lui si gira verso di lei e i loro sguardi s'incontrano:lei sta per salutarlo,quando alle spalle di lui arriva la sua amica Shinobu,che gli chiede di accompagnarla a fare compere;visto che sembrano piuttosto intimi Sumire rimane a chiedersi se quella sia la sua ragazza,anche se sapeva che Makimura non era fidanzato;nel mentre Shinobu ha terminato i suoi acquisti,e lei e Daichi stanno tornando a casa:lei gli sta dicendo di aver lasciato il suo precedente ragazzo,e una volta arrivati lo invita a salire in camera sua.
Ripensando al casuale incontro di poco prima,Sumire alla fine si decide ad inviare una mail a Daichi in cui gli dice che le piace,proprio nel momento in cui lui e Shinobu si stanno scambiando il loro primo bacio.

Cap.4

Dopo essere stato da Shinobu Daichi ritorna a casa,e mentre si sta cambiando si ricorda che poco prima aveva sentito arrivargli una mail,così controlla il cellulare,e rimane molto sorpreso leggendo il messaggio di Sumire,che intanto è seduta vicino al telefono aspettando una sua risposta,domandandosi se lui abbia già letto la mail,e trascorrendo praticamente tutta la notte in bianco in attesa di un suo messaggio,che però non arriva.
La mattina dopo Daichi è in classe,e sta mostrando al suo amico la mail di Sumire alla quale non ha ancora risposto:l'amico gli dice che se la mail l'ha infastidito dovrebbe dirlo alla ragazza,ma lui non ne è infastidito,solo che non sa come fare,e quando poco dopo lui e Shinobu si parlano attraverso la finestra l'amico capisce cos'è successo tra i due,ma gli dice che anche se gli piace Shinobu e ora stanno insieme,dovrebbe comunque rispondere alla mail di Sumire,che nel mentre sta parlando con Chiharu della mancata risposta al suo messaggio:ha capito di essere stata respinta,ma quello che la ferisce di più è sentirsi ignorata e non sapere come lui ha preso la sua dichiarazione.
Finita la scuola Daichi e Shinobu stanno tornando a casa insieme,e mentre chiacchierano lei cerca di prenderlo per mano,ma lui non vuole perchè si sente in imbarazzo a farlo in pubblico;mentre stanno discutendo,incontrano l'ex ragazzo di lei con alcuni amici,che rivolge a Daichi delle parole provocatorie,alle quali lui reagisce arrabbiandosi un pò,e dicendo poi a Shinobu che non deve più parlarci,e lei risponde che però in cambio lui deve prenderla per mano:Daichi allora le tende la mano,ma lei si allontana.
Al termine degli allenamenti di hockey,durante il quale gli è stato comunicato che nella partita successiva avrebbe giocato come titolare,ma in un ruolo che non è il suo,mentre è seduto ad aspettare Shinobu per caso si trova a passare di lì Sumire:lei vorrebbe provare a parlargli,ma in quel momento arriva Shinobu che gli tende la mano,e lui la prende per mano davanti a Sumire e se ne va insieme a lei,mentre la ragazza scoppia in lacrime.

Cap.5

Tornata a casa Sumire getta l'album che lui le aveva dato nel cestino della carta straccia,
e quando a scuola Chiharu la rimprovera perchè è troppo giù,lei dichiara che di Daichi non le importa più,ferita dal fatto che lui non le abbia risposto e che abbia preso per mano la ragazza davanti a lei.
Intanto Daichi partecipa all'allenamento in vista della sua prima partita da titolare alle superiori,ma non si trova molto bene nel ruolo che gli hanno assegnato,e la sera Shinobu gli fa notare che ha diversi lividi;una volta a casa non riesce a trovare il cellulare,e mentre lo sta cercando riceve la telefonata di Shinobu che gli dice che il telefono è rimasto da lei e se vuole andare a riprenderselo:lui dice che non serve,e che può riportarglielo il giorno dopo,e quando lei gli chiede se non ha bisogno di controllare i messaggi,lui prima le dice come aprire la posta,poi ricordandosi del messaggio di Sumire le dice che non è necessario controllare la posta,e di non aprire la casella:un pò insospettita dal suo atteggiamento Shinobu invece va a leggere la posta,e tra i pochi messaggi che lui ha salvato quasi tutti sono quelli che gli ha mandato lei,tranne uno,inviatogli da una certa Sumire,e che contiene una dichiarazione;
la mattina dopo,quando riporta il cellulare a Daichi rimane un attimo a fissarla perplessa,ma quando lui le domanda cosa c'è,lei risponde che è tutto ok e va via.
Sumire intanto sta guardando per l'ennesima volta il messaggio che gli aveva mandato,finchè non viene richiamata da Chiharu,e allora per dimostrarle che non pensa più a lui cancella il messaggio e anche il suo numero,anche se l'amica la stuzzica dicendole che tanto il numero del ragazzo lei lo sa già a memoria.
Uscite da scuola,per strada vede dei ragazzi della stessa scuola di Daichi,e temendo d'incontrarlo trascina Chiharu in un negozio,dicendo che deve comprare un regalo per la sorella maggiore,ma nel negozio incontra Shinobu che la guarda per un attimo prima di andarsene con un'amica,e lei rimane a chiedersi se l'abbia riconosciuta,concludendo di no,chiedendosi poi perchè la fidanzata di Daichi non poteva essere lei.
Intanto durante l'allenamento Daichi si è rotto un dente e si sente un pò giù,vorrebbe prendersi una pausa ma l'amico gli fa presente che così potrebbe perdere il suo posto in squadra:mentre stanno correndo a prendere l'autobus,con il bastone fa volare la tazza che Sumire ha appena comprato come regalo per sua sorella,e che cadendo ovviamente si è rotta:l'amico continua a dirgli che se non fanno presto perderanno l'autobus,ma Daichi si ferma a scusarsi,anche se Sumire senza guardarlo gli dice che non fa nulla e di andare a prendere l'autobus:lui raccoglie la busta e restituendogliela si offre di ripagare quello che ha rotto,ma lei buttando il pacchetto nell'immondizia risponde che non importa perchè l'oggetto costava poco.
Lui allora le dice che se non aveva risposto alla sua mail era perchè non sapeva cosa dirle,e non perchè ce l'aveva con lei,perchè non ne aveva motivo;dopo queste parole Sumire va via con Chiharu,e lui recupera il pacchetto e lo apre per vedere cosa conteneva.
La sera Daichi e Shinobu sono insieme,e lei gli sta chiedendo chi era quella ragazza che aveva provato a parlargli qualche giorno prima,ma lui risponde di non conoscerla,ma intanto Sumire sta ripensando al loro incontro e si rende conto che anche se l'ha respinta lui continua a farle battere il cuore.

mercoledì 17 marzo 2021

Per ignote ragioni


Probabilmente perchè amo il verde,e perchè in questa data compirebbe gli anni mio nonno.

E perchè fin dai tempi dell'Erasmus di un amico sogno di andare in Irlanda.

martedì 16 marzo 2021

Color me

Vorrei dire qualcosa di più significativo e di maggiormente ispirato,anche per rendere degno omaggio all'illustrazione,ma l'unico pensiero più o meno coerente (si fa sempre per dire,ovviamente) che mi attraversa la mente in questo momento è che l'acqua è poca e la papera non galleggia,il che rende atto quantomeno di una mancanza di mezzi rispetto alle ambizioni,in attesa di riuscire a qualcosa di meglio.

lunedì 8 marzo 2021


 Il silenzio è una risposta pacifica, perché spesso avere ragione non vale il rumore.

sabato 6 marzo 2021

Detective Conan vs Uomini in nero 1

 

Detective Conan vs Uomini in nero n. 1Detective Conan vs Uomini in nero n. 1 by Gosho Aoyama


Nella mia carriera di lettrice perlopiù occasionale di manga mi sono imbattuta anche nella serie di Detective Conan,trovandola in linea di massima anche abbastanza godibile fino a un certo punto.Dopodichè però è subentrata una certa noia visto che la trama principale procedeva così lentamente,così ho deciso di concedermi una pausa,aspettando magari di riprendere la storia una volta conclusa,o magari una volta ripubblicata in un'edizione migliore...ad oggi nessuna di queste due evenienze si è ancora verificata,fatto sta che nel frattempo la serie ha allegramente superato i cento volumi,e non sembra ci siano prospettive di una conclusione nel breve ma nemmeno nel medio periodo,perciò ho deciso di dare un'occhiata a questa raccolta degli episodi relativi agli incontri tra Conan e l'Organizzazione degli Uomini in nero.
Già con questo volume però risulta abbastanza chiaro come non sia una soluzione pienamente soddisfacente,per certi versi mi dispiace tirar fuori dei singoli capitoli dalla cornice narrativa nella quale sono inseriti,d'altronde la serie nel suo complesso risulta veramente troppo strabordante rispetto all'interesse che i singoli casi possono rivestire,non mi sento pertanto di riprendere la lettura di Conan,più facile che decida di lasciar perdere anche questo tipo di raccolta,piuttosto...

View all my reviews

giovedì 25 febbraio 2021

Nel frattempo in Giappone

 

Non avendo ad oggi e fino almeno al 21 aprile prossimo notizie sulla pubblicazione del 16mo volume in Italia,in Giappone è intanto uscito il volume 17,questa settimana in discreta posizione nella classifica vendite.

Giorni fa sui social abbiamo potuto avere un'anteprima della grafica di copertina di Orpheus made in JPop,mentre la primavera si avvicina,ma non è dato ancora sapere a che punto della stessa potremo aspettarci l'inizio della pubblicazione di Skip Beat!

Bene,sia mai che venga a mancare anche il riferimento della mancanza di certezze sulle politiche editoriali per i manga su suolo italico...

domenica 14 febbraio 2021

5 manga da leggere per S.Valentino

Non è nelle mie abitudini,e non penso neanche diventerà un appuntamento fisso,dacchè S.Valentino non è di quelle ricorrenze che di solito suscitano il mio interesse,ma vista la fredda domenica in casa,quest'oggi ho deciso di proporvi delle letture a tema,pescate tra le mie va detto non vaste conoscenze mangose,ancora più limitate restringendo il campo alle storie d'amore in senso proprio,perchè,pur avendo letto in realtà parecchie serie di questo tipo,la maggiorparte mi è parsa talmente insipida che è semplicemente evaporata dai miei ricordi.In altri casi,pur essendo presente una love story magari anche molto bella e importante,questa tuttavia non costituiva il nucleo narrativo della vicenda.
Ecco come mai sono rimaste fuori serie come ad esempio Le rose di Versailles,Fullmetal Alchemist e altre ancora.
Infine,ci sono serie che a mio avviso propongono un'idea 'positiva' di amore,anche se magari sofferto e difficile.
Last but not least,mi sembra doveroso,dopo la considerazione precedente,precisare che mi sono dovuta imporre di inserire una sola serie del maestro Adachi,perchè altrimenti il catalogo sarebbe stato molto più ampio,ma non abbastanza vario.
Bando alle ciance,vado ad esporvi le mie personali e sindacabilissime proposte di lettura.
 
1) Hanakimi
 
Una commedia sentimentale assai carina e dolce,e anche piuttosto divertente.L'espediente narrativo che fa da innesco alla storia non brilla certo per originalità,in compenso però la storia è abbastanza fresca ed originale nello sviluppo,con un bel gruppo di personaggi molto ben caratterizzati e parecchi siparietti anche molto buffi.

 
Mizuki Ashiya è una ragazza di origine giapponese che vive negli Stati Uniti.Un giorno però decide di tornare in Giappone per incontrare il suo idolo,Izumi Sano,un ragazzo della sua età,campione di salto in alto.
Così si iscrive alla sua stessa scuola,ma siccome si tratta di un istituto maschile è costretta a fingersi un ragazzo;il suo piano tuttavia va in porto,tanto da ritrovarsi non solo nella stessa classe di Sano,ma anche a condividere la stessa stanza nel dormitorio della scuola.
Il suo travestimento però non si rivela particolarmente efficace,infatti la ragazza viene scoperta quasi subito dal medico della scuola,il dottor Umeda,che da quel momento diventerà il suo confidente,e dallo stesso Sano,che portandola svenuta in infermeria dopo un incidente si rende conto anche lui che Mizuki è in realtà una ragazza,senza però farne parola con nessuno,neanche con la stessa Mizuki,per non rischiare che la ragazza,alla quale si è nel frattempo affezionato,venga allontanata.
Questa situazione è naturalmente destinata a far nascere equivoci e problemi,perchè non è facile nascondere a tutti la propria identità di ragazza in un liceo maschile,e la stessa Mizuki,ottenuto quello che all'inizio era il suo obiettivo,ovvero conoscere Sano e diventarne amica,si rende conto che questo non le basta più e comincia a desiderare che lui la consideri diversamente,cosa che però ritiene impossibile dal momento che pensa lui la creda un ragazzo.
 
2) Lovely Complex
 
Altra commedia sentimentale,questa volta giocata almeno inizialmente su toni decisamente comici e qualche volta quasi caricaturali,tuttavia senza farsi mancare sfumature più delicate nel trattare con allegria ma anche molta dolcezza le pene d'amore di un cuore adolescente,posso dire di comprendere perfettamente Risa nel suo essersi innamorata di un amico,difatti Otani è decisamente anche il mio tipo.
 

 
Koizumi Risa e Otani Atsushi sono due ragazzi che hanno appena iniziato a frequentare le superiori,ed entrambi vivono un complesso a causa della loro altezza:Risa infatti col suo 1.72m si sente un pò troppo alta per essere una ragazza,mentre Atsushi è un ragazzo alto solo 1.56m;all'inizio il loro rapporto è un continuo litigare e stuzzicarsi che però dà vita a scenette molto divertenti,tanto che i due vengono ribattezzati da professori e compagni di classe "All Kanshin Kyojin" ,cioè come un famoso duo comico giapponese,i cui attori sono uno alto e uno basso.
I due comunque diventano presto buoni amici,pur continuando sempre a stuzzicarsi,ma quasi subito Risa si accorge di provare sentimenti di altra natura verso Otani,il quale da principio non se ne accorge,e quando lo fa,inizialmente la respinge,dicendo di non riuscire a considerarla diversamente da un'amica e da una partner comica.
Risa però non si dà per vinta,e...riuscirà a fargli cambiare punto di vista?
 
3) Honey and Clover
 
Stavolta seguiamo le vicende di un gruppo di ragazzi che si affacciano all'età adulta e ne esperiscono la durezza,armati come sono di cuori e sogni forse ancora troppo teneri ed indistinti.

 


Protagonisti della serie sono alcuni studenti di una scuola d'arte:tre di loro,Yuuta Takemoto,Shinobu Morita e Takumi Mayama vivono nello stesso fatiscente palazzo,e nonostante la sistemazione per molti versi scomoda e i loro limitati mezzi economici,hanno comunque occasione di godersi le piccole gioie della vita e momenti di allegria e spensieratezza.
Un giorno uno dei professori della scuola,Shuuji Hanamoto,presenta loro la nipote Hagumi,una ragazza di 18 anni che però ha l'aspetto di una bambina,e di lei s'innamorano sia Takemoto che Morita,manifestando ciascuno a suo modo i propri sentimenti,Morita in maniera più plateale,arrivando ad irritare la ragazza col suo atteggiamento,o quantomeno ad intimorirla,Takemoto invece,inizialmente non ben consapevole dei suoi sentimenti,accontentandosi di starle vicino come amico.
Del cast dei personaggi della serie fa parte anche Ayumi Yamada,un'abile ceramista e ragazza più bella e corteggiata della scuola,che però malgrado sappia di non essere corrisposta,è innamorata di Mayama,innamorato a sua volta della donna presso la quale lavora,Rika Harada,vedova e amica del professore Hanamoto.

4) Rough

Solo uno,ma un manga almeno di Adachi me lo dovete concedere,e la scelta è ricaduta su Rough perchè è una storia d'amore di una bellezza secondo me ineguagliabile,e perchè Touch,pur essendo una delle mie letture preferite in assoluto e non solo in ambito manga,è emotivamente quasi devastante.
 

 
 I protagonisti della storia sono due giovani liceali,Keisuke Yamato ed Ami Ninomiya, interpreti adachiani del celeberrimo dramma shakespeariano Romeo e Giulietta.
I due infatti sono studenti del primo anno dell'istituto superiore Eisen,ma soprattutto sono i rampolli di due famiglie rivali nella produzione di dolci artigianali.
Malgrado esista un tale pregiudizio tra di loro tuttavia,una serie di circostanze fortuite finiscono con l'avvicinarli portandoli via via ad approfondire sempre di più la reciproca conoscenza,finchè dalla passata indifferenza/antipatia i due matureranno un attaccamento sempre più forte,ostacolato però tanto dall'inimicizia tra le loro famiglie,quanto da altre circostanze non meno ingombranti,come il tacito fidanzamento esistente tra Ami ed Hiroki Nakanishi,amico d'infanzia e figlio di amici della sua famiglia.
 
5) Maison Ikkoku
 
Una serie che non ha bisogno di presentazioni,una bellissima storia d'amore che unisce con grande abilità sentimenti e comicità.
 

 
Kyoko Otonashi è una giovane vedova,ed ha appena accettato l'incarico di nuova amministratrice di una pensione di proprietà della famiglia del marito,stabile in cui risiedono Hanae Ichinose col marito e col figlio di 10 anni,Yotsuya,un individuo di cui per tutto il corso della serie non si capisce cosa faccia nella vita,Akemi Roppongi,giovane donna apparentemente piuttosto disinvolta che gira quasi sempre seminuda per casa e lavora come cameriera in un bar,e Yusaku Godai,il protagonista della serie,uno studente ronin che dall'inizio della storia troviamo impegnato a studiare per il secondo tentativo di ammissione all'università,ma che incontra serie difficoltà in questo dato che i suoi vicini sono impegnati quasi a tempo pieno ad organizzare festini a base di sakè in camera sua,e che s'innamorerà della nuova amministratrice quasi subito dopo l'arrivo di quest'ultima alla pensione.

venerdì 12 febbraio 2021

L'anno della mucca ^_^

 

Oggi inizia il nuovo anno secondo il calendario cinese,con il 2021 che secondo tale tradizione è l'anno del bue,qui rappresentato ovviamente dalla mucca di casa Sohma,il bel tenebroso Hatsuharu,Haru per gli amici:


Siccome ne abbiamo tutti gran bisogno,non possiamo lasciarci scappare neanche un'occasione per augurarci a vicenda tempi migliori,pace e serenità,e direi che caschiamo bene,infatti cosa c'è di più rasserenante e tranquillizzante del placido ruminare di un bovino? 
Comunque,en passant una considerazione che non sono mai riuscita ad esimermi dal fare:va bene che tra maledetti ci si capisce,e caspita se era una famiglia numerosa e piena di individui problematici e complessati (anche giustamente,per carità),ma possibile che non si riuscisse proprio ad uscire dal recinto di casa quando si trattava di trovarsi un compagno?

giovedì 11 febbraio 2021

Tantissimi auguri sensei

 

Due giorni fa ha compiuto 70 anni uno degli esseri umani a cui sono più affezionata e tra i più importanti della mia vita anche senza averlo mai conosciuto di persona,ma solo attraverso pagine e pagine piene di poesia,sentimento,purezza e allegria.
Non ho niente che valga abbastanza da regalare a chi negli anni mi ha dato tutto questo attraverso storie che sono nel mio cuore,solo un grazie dal profondo del cuore,e l'augurio sincero di conservarsi in salute per tanti e tanti anni ancora.

Citazioni #19


Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro.


- Umberto Eco

E una vita,per quanto lunga, movimentata e avventurosa,è davvero troppo poco.

domenica 7 febbraio 2021

La saga del Valzer

 

Quest'oggi dall'archivio delle recensioni per il fu Lovely Manga viene fuori la saga del Valzer di Chiho Saito, composta da Valzer in bianco e dal Valzer delle magnolie,più due capitoli apparsi nei volumi unici Notturno di lillà e Serenata di tuberose.
Ormai penso di essere arrivata quasi agli sgoccioli anche con questa operazione,non avendo letto praticamente più nulla di nuovo sul versante manga,ma sicuramente qualche coniglio troverà il modo di saltare fuori dal cilindro anche in futuro,per intanto buona lettura.
 
(va detto per completezza d'informazione che la trama seguente non è ritenuta soddisfacente dalla scrivente,e che non sarei in pace con la mia coscienza senza quanto espresso qui )



Trama:
Valzer in bianco
Giappone,decimo anno era Showa (1935).
Koto Aoki è una sedicenne studentessa orfana di madre,impegnata inoltre ad aiutare l'anziano padre a mandare avanti la piccola sartoria di famiglia.La loro situazione economica però è piuttosto precaria,così all'insaputa della ragazza,suo padre le ha combinato un matrimonio con suo cugino Masaomi Kidoin,erede di una delle famiglie più illustri della città e ufficiale della marina giapponese.Malgrado suo cugino sia un giovane di bell'aspetto,Koto non è sicura dei suoi sentimenti per lei,inoltre è sicura che una volta diventata sua moglie Masaomi non le permetterà di realizzare la sua aspirazione di aprire e gestire una sartoria.
A complicare ulteriormente le cose,durante un ballo all'ambasciata britannica Koto in circostanze alquanto rocambolesche fa la conoscenza di William Sagit Aster,giovane ufficiale inglese di origini indiane,che però cospira contro l'Inghilterra per liberare dai britannici la natia India,e tra i due ragazzi nascerà l'amore.

Notturno di lillà
Il volume così intitolato in realtà raccoglie quattro storie brevi,delle quali solo la prima (quella che dà il titolo al volume) riguarda la saga del valzer.
Haerbin-Manciuria,1937
Un anno dopo la fuga della sua fidanzata,troviamo che Masaomi è stato trasferito in Manciuria,e una sera,passeggiando sulle rive del Sungari soccorre una ragazza apparentemente caduta nel fiume.In seguito scopre che si tratterebbe di una principessa cinese,fuggita da un matrimonio combinato con un aristocratico giapponese per placare la popolazione locale insofferente all'occupazione.
Masaomi decide di nasconderla in caserma,facendola passare per un suo servo,ma la ragazza non è chi dice di essere,e dopo essere stata riconosciuta l'attende un tragico destino,al quale lei va incontro sorridendo,felice dell'incontro con Masaomi.

Valzer delle magnolie
Shangai-Cina,1936
Dopo un capitolo che riassume l'arco precedente secondo il punto di vista di Ryuichi Kidoin,fratello maggiore di Masaomi,la vicenda entra nel vivo con l'arrivo di Koto e Sagit nella città di Shangai,dove i due sperano di poter costruire una serena vita insieme;invece sono subito costretti a separarsi,perchè Sagit è richiamato al suo impegno per la liberazione dell'India,che lo porterà a star via per un anno,durante il quale Koto darà alla luce il loro figlio Shin e aprirà una sartoria come desiderava.
Sagit non è ancora tornato quando scoppia la guerra tra Cina e Giappone,ma mentre tutti scappano da Shangai Koto rimane ad aspettarlo,ricevendo nel frattempo la visita di Lord Aster,che vorrebbe portarla via:Koto però ha visto un conoscente in difficoltà ed è andato ad aiutarlo,affidando suo figlio a Lord Aster,che lo porta con sè lasciando un biglietto in cui dice che lo crescerà in India.
Koto esce per inseguirlo,ma s'imbatte in Masaomi,mentre proprio in quel momento arriva anche Sagit,che scopre soltanto allora di avere un figlio,e decide di tornare in India stavolta insieme a Koto per riprenderselo,e Masaomi,che aveva avuto l'incarico di sorvegliare Sagit per avvicinarsi ai ribelli indiani,parte insieme a loro.

Serenata di tuberose
Il volume raccoglie due storie brevi,solo la seconda delle quali,quella che dà il titolo al volume,è legata alla saga del valzer.
Shangai,1938
I fatti risalgono all'anno precedente la morte di Masaomi,quando ormai la sua malattia è ad uno stadio molto avanzato,e lui sa che gli resta poco da vivere:per questo a volte è sgarbato con sua moglie Koto,dalla quale vorrebbe un figlio per continuare in qualche modo a vivere,reprimendo però tale desiderio sapendo che presto la lascerà sola.
Decide perciò di seguire suo padre e sua sorella venuti a prenderlo per riportarlo in Giappone,abbandonando Koto per non farle vivere la sofferenza dei suoi ultimi mesi di vita,cosicchè lei non ha modo di fargli sapere che aspettano un figlio.

Personaggi:

Koto Aoki: la protagonista all'inizio della storia è una ragazza di 16 anni:è orfana di madre,e suo padre,per un debito di riconoscenza verso i Kidoin l'ha promessa in sposa a suo cugino Masaomi,ma lei non ne è molto contenta,perchè pensa che suo cugino abbia accettato il matrimonio solo per obbedienza,e inoltre perchè vorrebbe aprire una sartoria,ma è convinta che il fidanzato,provenendo da una famiglia molto legata alle tradizioni,non glielo permetterebbe.

Masaomi Kidoin: secondogenito della famiglia,quando il fratello maggiore viene diseredato,tocca a lui seguire i voleri del padre,prima arruolandosi nella marina giapponese,poi fidanzandosi con Koto,fidanzamento che lui inizialmente accetta per semplice obbedienza,ma in seguito innamorandosi sinceramente della fidanzata,circostanza che lo porterà a scontrarsi con Sagit.
E' affetto da una grave malattia,che influirà molto sulle sue decisioni e nel suo rapporto con Koto.

William Sagit Aster: ventunenne ufficiale della marina britannica grazie all'influenza del padre,è per metà di origini indiane,ed in realtà agisce come spia nell'esercito per il movimento per l'indipendenza indiana.
Ad un ballo conosce Koto e se ne innamora ricambiato,e non sembra importargli molto che la ragazza sia già fidanzata ad un altro.

Hanako Kidoin: sorella minore di Masaomi,è legata in modo quasi morboso al fratello:come Koto ha 16 anni,e le due sono compagne di scuola.Non sopporta Koto,che giudica assolutamente non all'altezza dell'adorato fratello,perciò farà sempre in modo di ostacolarla e metterla in cattiva luce.

Ryuichi Kidoin: primogenito ventiseienne della famiglia Kidoin,rifiutatosi di seguire i voleri del padre viene da questi ripudiato e cacciato dalla famiglia.Prima di questi fatti,sarebbe dovuto essere lui a sposare Koto,ma il fidanzamento era stato annullato in favore del fratello minore;si affeziona comunque a Koto come persona di famiglia,e la aiuterà in diverse occasioni.

Barone Kidoin: il capo della famiglia Kidoin è una persona molto rigida e legata alle tradizioni,e non tollera la disobbedienza,tanto che quando il suo primogenito manifesta il desiderio di vivere a modo suo e non secondo il progetto paterno,lo caccia di casa.
Ciò nonostante ha molta simpatia per Koto e per il suo spirito ribelle,forse perchè gli ricorda la di lei madre di cui era stato innamorato,ma vorrebbe che rinunciasse all'idea di diventare una stilista.

Lord Aster: il padre di Sagit è vicerè in India per conto del governo inglese.Gode pertanto di notevole influenza,ma non riesce ad ottenere che il figlio abbandoni la causa dei ribelli,arrivando a questo scopo a rapire il nipotino;in realtà è molto affezionato al figlio ed è preoccupato che la sua attività possa esporlo a gravi pericoli.

Simmons: è un tenente inglese che cercherà in tutti i modi di uccidere Sagit,sia per il suo attivismo per l'indipendenza indiana,sia per un morboso interesse nei confronti di Koto.
Gravemente ferito proprio da Sagit durante uno scontro,farà della vendetta su di lui il suo scopo principale.

Manga:

Editore giapponese: Shogakukan (Flower Comics)
Storia e disegni: Chiho Saito (さいとうちほ)
Editore italiano: Star Comics
Prezzo: 3.90 euro (Serenata di tuberose 4.20)

Titolo originale: Waltz wa shiroi dress de (円舞曲は白いドレスで)
Titolo italiano: Valzer in bianco
1a ed.: 1990
Tankobon: 4 (conclusa)
1a ed. it.: luglio-ottobre 2004

Titolo originale: Lilac Nocturne (紫丁香夜想曲)
Titolo italiano: Notturno di lillà
1a ed.: 1992
Tankobon: 1 (conclusa)
1a ed. it.: novembre 2004

Titolo originale: Magnolia Waltz (白木蘭円舞曲)
Titolo italiano: Valzer delle magnolie
1a ed.: 1994
Tankobon: 3 (conclusa)
1a ed. it.: dicembre 2004-febbraio 2005

Titolo originale: Koi Monogatari 8 (恋物語)
Titolo italiano: Chiho Saito presenta 8-Serenata di tuberose
1a ed.: 26 gennaio 1996
Tankobon: 1 (conclusa)
1a ed. it.: ottobre 2005

Voto e considerazioni:

Originalità: 7.5
Storia: 7.5
Disegni: 8
Voto Finale: 8

Una delle prime opere della Saito,Valzer in bianco già riflette la preferenza di questa autrice per le trame ad ambientazione storica,sebbene tali ricostruzioni non siano affatto rigorose come sono invece ad esempio quelle della Ikeda,ma fungano piuttosto da cornici ideali per storie molto avventurose,d'altri tempi appunto.
In questo caso lo scenario per i volumi che compongono l'intera saga è quello turbolento che si muova tra Giappone,Cina e India negli anni '30 del Novecento,tra guerre,intrighi,tradimenti e rivolte per l'indipendenza.
La stesura dei vari volumi che compongono la saga copre un arco abbastanza ampio,e ciò determina delle differenze abbastanza evidenti tra un capitolo e l'altro,soprattutto per quanto riguarda Valzer in bianco e Valzer delle magnolie,con il primo che è più 'rosa',in pratica la storia di una donna contesa tra due uomini,e si conclude con quello che è forse il clichè romantico per eccellenza,ovvero la fuga d'amore,mentre nel secondo c'è più azione e avventura,ancora comunque facendo riferimento a schemi abbastanza ricorrenti come rapimenti,sequestri e perdite di memoria.
Soprattutto però viene maggiormente approfondita la psicologia dei personaggi,sebbene questi fossero abbastanza riconoscibili già nel primo capitolo della saga;tuttavia nel seguito diventano maggiormente chiari i loro sentimenti e moventi,favorendo nel lettore maggiore empatia e coinvolgimento emotivo.

Link

http://buronzu.blogspot.com/
blog in spagnolo dedicato alla mangaka,e soprattutto ad uno dei suoi ultimi lavori.

http://lauriefan.altervista.org/saito/
fanlist dedicata a Chiho Saito e alle sue opere

https://digilander.libero.it/kikicollective..._saito/walz.htm

giovedì 4 febbraio 2021

Yoshiki Nakamura

 


Yoshiki Nakamura è una mangaka giapponese,nata il 17 giugno 1969 nella prefettura di Tokushima;è del segno zodiacale dei gemelli,ed il gruppo sanguigno è di tipo B.
Il suo debutto come mangaka è avvenuto nel 1993 con lo shoujo Yume de Au yori Suteki,pubblicato sulla rivista Hana to Yume della Hakusensha.
In Italia è conosciuta per lo shoujo manga Tokyo Crazy Paradise,pubblicato da Star Comics,ma interrotto al sesto volume su 19 per scarse vendite,mentre il suo manga più famoso,Skip Beat!,pubblicato dal 2002 dalla casa editrice Hakusensha e tuttora in corso con 46 volumi finora all'attivo è in procinto di sbarcare sui nostri scaffali grazie alla casa editrice Magic Press,che ne ha annunciato la pubblicazione a partire dalla primavera 2021.
Autrice soprattutto di commedie shoujo,il tratto è abbastanza caratteristico,con volti triangolari per gli uomini,ovali per le donne,occhi grandi e corpi allungati.

Opere:
Yume de Au yori Suteki 1993 1 volume-concluso
MVP wa Yuzurenai! 1994 7 volumi-concluso
Seiren 1994 1 volume-concluso
Tokyo Crazy Paradise 1996 19 volumi-concluso
Blue Wars 1997 2 volumi-concluso
Dramatic Love Album 2002 oneshot
Skip Beat! 2002 46 volumi-in corso



Link:
sito ufficiale Skip Beat!
www.hanayume.com/skipbeat/index.html
intervista con l'autrice
www.hakusensha.co.jp/comicate/comi_no59/nakamura/

domenica 31 gennaio 2021

Nuntio vobis gaudium magnum

 

habemus Skip Beat! 

 

Non posso dire che non ci sperassi più,perchè sono una personcina piuttosto tenace e malgrado un certo pessimismo di fondo sono capace di tenere accesa una fiammella di speranza anche per anni,allo stesso tempo però non nascondo di essere alquanto meravigliata da questo annuncio, peraltro da parte di una casa editrice che per la verità avevo preso ad ignorare quasi in toto da qualche anno in qua,per via di un catalogo che proponeva cose assolutamente non di mio interesse.

Un peccato,perchè nei primi tempi proponeva opere decisamente molto interessanti per la sottoscritta,in edizioni anche molto buone (Georgie,Pollon,Eroica,Genius Family Company,Itazura na Kiss,Il tiranno innamorato,e pur se non proprio di mio gusto,comunque un'opera importante come RG Veda).
Fatto sta che da Magic Press è giunto ieri l'annuncio dell'arrivo sui nostri scaffali di questa serie dalla prossima primavera,ed io non vedo l'ora.
Intanto vivissimi ringraziamenti ed auguri per aver deciso di puntare su uno shojo del 2002 con 46 volumi all'attivo,spero veramente che in tanti apprezzeranno questa serie come merita,e proprio per recitare la parte dell'incontentabile,a questo punto anche per dare una mano a questa coraggiosa impresa spero che i giapponesi ci facciano il regalo di una seconda stagione per l'anime,come ho già avuto modo di dire,il materiale di sicuro non manca.
 
Di questa serie ho già molto parlato in passato,ma ve ne ripropongo lo stesso la trama: 


 Kyoko Mogami ha 16 anni e vive da qualche anno a Tokyo,dove si è trasferita lasciando la sua città natale su richiesta del suo amico d'infanzia Shotaro Fuwa (del quale è innamorata),intenzionato a sfondare nel mondo dello spettacolo.
A Tokyo Kyoko conduce una vita molto dura,vivendo praticamente da sola in una città enorme e sconosciuta,inoltre per mantenere il grande e lussuoso appartamento dove vive con Sho è costretta a svolgere due lavori,ma non si lamenta della situazione,felice di poter essere d'aiuto alla persona che ama.
Un giorno però le capita di sentirlo dichiarare che ora che è riuscito ad entrare nel mondo dello spettacolo non ha più bisogno di tenersi intorno una persona banale ed insignificante come lei,e che se fino a quel momento le aveva fatto credere che fosse importante per lui era solo per poterla sfruttare come cameriera e per farsi mantenere,ma che in realtà di lei non gli era mai importanto niente;ferita ed umiliata,Kyoko non perde tempo a piangersi addosso e medita vendetta,ed alla fine si convince che la maniera migliore per vendicarsi è diventare una star più famosa e importante di Sho;a questo scopo si presenta alla L.M.E.,agenzia concorrente di quella per cui lui lavora,incontrando all'inizio parecchie difficoltà,mentre la stella di punta dell'agenzia,Ren Tsuruga,le dice subito chiaro e tondo che le sue motivazioni sono inadeguate per entrare nel mondo dello spettacolo,e che un simile ambiente non fa per lei:riuscirà Kyoko ad entrarvi comunque,arrivando a diventare una stella?
 

mercoledì 27 gennaio 2021

The Cranberries - Ode To My Family (Official Music Video)

Nel pieno possesso delle mie facoltà mentali...

 

"25 gatti" 

Questa me la sono persa di sicuro,non sono mai arrivata all'inizio della relazione tra Sheldon ed Amy.

La mamma di Shelly comunque è il vero genio della famiglia,senza il minimo dubbio,anche se mi ero affezionata a quella vista in Young Sheldon.

domenica 17 gennaio 2021

In tutto ciò...

 

...avevo dimenticato di registrare uno dei miei ultimi acquisti,ovvero il cofanetto della riedizione di Le rose di Versailles made in JPop.

Devo dire che se in foto il cofanetto medesimo risulta decisamente allettante,dal vivo è veramente spettacolare,e non mi ha fatto rimpiangere nemmeno per un attimo la cifra pagata per entrarne in possesso,sebbene abbastanza importante.



Non ho ancora sfogliato per bene i volumetti,solo molto velocemente,ma mi sembrano molto morbidi,e le vignette ben leggibili,dettaglio non indifferente per chi non è che ci abbia mai visto molto bene,e col passare del tempo non ha fatto molti progressi in questo senso,anzi ha l'impressione che si scriva dappertutto sempre più in piccolo 😂
Insieme ai volumi della serie,il cofanetto contiene anche un inserto che raccoglie le illustrazioni dei capitoli uscite su rivista.
 
 All'annuncio del cofanetto per Le rose di Versailles avevo sperato in una riedizione per Orpheus,e nei giorni scorsi anche questo desiderio ha trovato positivo riscontro nella notizia della prossima pubblicazione di una nuova edizione per questa serie in 9 volumi doppi al prezzo di 12 euro ciascuno,disponibili a partire da marzo e con cadenza bimestrale.
 

Per quanto mi riguarda naturalmente non vedo l'ora,e a questo punto invece di accontentarmi rilancio con la speranza di vedere anche altre opere della Ikeda in pregevole edizione,tra le quali magari anche qualcosa di ancora inedito qui da noi.

venerdì 15 gennaio 2021

Favole edificanti

 

 
Ora che rifletto bene, nel "Il mago di Oz", Dorothy, unica femmina della storia, attira tre accompagnatori, ovviamente maschi:
- uno senza cervello
- uno senza cuore
- uno senza coraggio
Ma intraprende il suo viaggio con la speranza di incontrare quello giusto, che la salverà.
Ovviamente l'uomo che lei cerca alla fine si rivelerà essere un gran cazzaro. Cosa assolutamente strana.
Non credo sia mai successo nella vita di una donna, incontrare personaggi così.
Alla fine, lei si salva da sola e li rende anche migliori. (dal web)

Non ci avevo mai riflettuto neppure io.
Avendo visto il film che ero forse troppo piccola e letto il romanzo che ero sicuramente troppo grande,con in mezzo un anime nel quale all'epoca non riconobbi una trama coerente (cosa che in effetti non succedeva quasi mai,e non perchè non seguissi il filo della storia,quando c'era,ma perchè per quanto mi ricordo non m'interessava granchè che la storia medesima tendesse ad uno scopo preciso), di fatto mi è rimasto solo il senso profondo d'indignazione al cospetto della meschinità,cialtroneria e pochezza di un personaggio descritto come grande e potente,in realtà solo sorretto dall'abilità e dalle menzogne di persone effettivamente molto potenti,disposte ad operare nell'ombra pur di mantenere viva l'illusione ed intatto il prestigio di chi non lo merita affatto,operazione che trovo tutto sommato alquanto discutibile e diseducativa.

martedì 5 gennaio 2021

Basta un poco di zucchero...

 

Sempre in tema "cose da fare non troppo in là",prima o poi ho da guardare anche Il ritorno di Mary Poppins,ma ho seri dubbi che la pur brava Emily Blunt riuscirà mai ad essere all'altezza di un'icona come Julie Andrews nei panni della mitica tata da sempre nel cuore di milioni di bambini in tutto il mondo.
E non so se è per via dell'età (mia),ma anche le canzoni nei film Disney non sembrano più quelle di una volta,proprio affatto.

lunedì 4 gennaio 2021

Hai due mucche...

 

Innanzitutto,ho una dichiarazione da fare:amo i film di Woody Allen.
Detto questo,trovo che l'analisi seguente non potrebbe essere più calzante:
 

 Comunque sia,prima di rientrare al lavoro,devo guardare di nuovo Match Point.
 

sabato 2 gennaio 2021

Vedo,prevedo e stravedo #2


 Niente da eccepire,mi pare,a parte il fatto che mi trovavo bene col mio vecchio segno zodiacale.

venerdì 1 gennaio 2021

Felice 2021

Gli auguri di quest'anno sulle note della Danza della Fata dei confetti,dal balletto dello Schiaccianoci di Piotr Ilic Tchaicovsky,nella versione animata della Disney per il film Fantasia del 1940,secondo me uno dei maggiori capolavori di sempre dell'animazione e non solo.