giovedì 19 dicembre 2019

La spada nella roccia - Intro

Si narra che un dì l'Inghilterra fiorì di audaci cavalier
Il buon re morì senza eredi e così agognaron tutti al poter
Soltanto un prodigio potè salvar il regno da guerre e distruzion
Fu la spada nella roccia che un bel dì laggiù comparì. 




"Chiunque estrarrà questa spada da questa roccia e da questa incudine sarà di diritto re d'Inghilterra."

mercoledì 18 dicembre 2019

Childhood memories


Una per tutte
tutte per una
vieni anche tu
e saremo una in più.

Una per tutte 
tutte per una,
chi arriverà 
benvenuto sarà.

sabato 7 dicembre 2019

venerdì 8 novembre 2019

Pollon




"Sembra talco ma non è,serve a darti l'allegria!"

Trama:
Protagonista della storia è una bambina di nome Pollon,figlia del Dio del sole Apollo:vivace,allegra e pasticciona,il suo più grande desiderio è quello di diventare una dea;per questo riceve da suo nonno Zeus un salvadanaio nel quale inserirà le monetine che lo stesso Zeus le darà ogni volta che avrà compiuto una buona azione:Pollon sarà dea quando il trono diventerà abbastanza grande da potercisi sedere.
La bambina così inizia a vagare per l'Olimpo e sulla Terra alla ricerca di persone da aiutare,sempre accompagnata dall'amico Eros,finendo il più delle volte a combinare disastri,ma riuscendo nonostante questo e grazie al suo carattere generoso ad aiutare umani e dei in diverse occasioni,diventando infine la Dea della Speranza dopo aver richiuso il vaso contenente tutti i mali del mondo.

Personaggi:

Pollon: figlia del dio Apollo,è una bambina allegra e pasticciona,il cui più grande desiderio è quello di diventare una dea.A questo scopo il nonno Zeus le regala un salvadanaio a forma di trono in cui la bambina inserirà una moneta ogni volta che avrà compiuto una buona azione,mentre la Dea delle Dee le regalerà un fermaglio magico chiamato Miracolo Bon Bon.

Apollo: il papà di Pollon è nientedimeno che il bellissimo e famosissimo Dio del Sole,che però in questa rivisatazione è un pigrone dedito agli stravizi che fa sorgere il sole sempre in ritardo.
E' però un padre molto affettuoso che vuole un gran bene alla figlia e che fa sempre il possibile per aiutarla e tirarla fuori dai pasticci in cui spesso si caccia.

Zeus: padre di Apollo e nonno di Pollon è il Padre degli Dei e Re dell'Olimpo,la cui unica occupazione sembra consistere nel rincorrere qualsiasi bella ragazza incroci la sua strada,umana o dea che sia,facendo ogni volta infuriare sua moglie Era.

Eros: il migliore amico di Pollon è il Dio dell'Amore Eros,raffigurato come un brutto e sgraziato bambino alato.
Figlio di Afrodite ed Efesto,Pollon lo chiama pennuto o nanerottolo e lui ribatte chiamandola poppante,e prendendola a volte in giro per il fatto di non essere una dea,ma è sempre al suo fianco in tutte le avventure della bambina.

Manga:

Titolo originale: Olympus no Poron
Titolo italiano: Pollon
Storia e disegni: Hideo Azuma (吾妻 ひでお)
Editore giapponese: Akita Shoten
1a ed.: 1978-1979
Tankobon: 2 (concluso)
Editore italiano: Lexy (ed.pirata),Magic Press
Prezzo: 7.50 euro
1a ed.it.: agosto 2010


Anime:

Story: Hideo Azuma (吾妻 ひでお)
Titolo originale: Ochamegami Monogatari Colocolo Poron (Storia di una dea burlona-Corocoro Pollon)
Titolo italiano: C'era una volta Pollon
Regia: Totsuji Takao
1a TV: 8 maggio 1982-26 marzo 1983,Fuji TV
Numero episodi: 46
1a TV italiana: settebre 1984,Italia1,replicato più volte
Durata episodio: 24 minuti circa
Doppiatori (originali e italiani):
Pollon: Masako Miura-Liliana Sorrentino
Eros: Keiko Yamamoto-Fabrizio Mazzotta
Apollo: Akio Nojima-Guido Sagliocca
Zeus: Masashi Amenomori-Giorgio Bandiera

Sigla italiana dell'anime

Titolo: Pollon,Pollon combinaguai
Autori: (A.Valeri Manera,V.Albera,P.Cassano)
Interprete: Cristina D'Avena

Sulla cima dell'Olimpo c'è una magica città
gli abitanti dell'Olimpo sono le divinità
poi lì c'è una bambina che ancora dea non è
è graziosa e birichina Pollon il suo nome è.....

(Rit.) Pollon Pollon combinaguai
su nell'Olimpo felice tu stai
la beniamina di tutti gli dei sei tu
oh oh oh Pollon
Pollon combinaguai
su dai racconta quello che tu sai
degli abitanti di questa città

Zeus è un nonno molto buono non si arrabbia quasi mai
se però tu senti un tuono si è arrabbiato e sono guai
è chiamato anche Giove ed è il padre degli dei
è sposato con Giunone che è una dea pure lei

(Rit.)

Dio del sole babbo Apollo per il cielo se ne va
su un carro a rompicollo sempre a gran velocità
ed è anche pigro assai ed al dovere mancherà
ed il sole tu vedrai prima o poi non sorgerà

(Rit.)

Eros è il mio grande amico porta sempre buonumore
è simpatico e ti dico che comanda lui l'amore
e lo fa con frecce d'oro
con cui poi lui centra i cuori
ed i cuori di costoro troveranno grandi amori

(Rit.)


Autore:

 Hideo Azuma è un autore di fumetti giapponese,nato ad Urahoro,in Hokkaido, il 6 febbraio 1950.Debutta nel 1969 con la casa editrice Akita Shoten;da allora ha pubblicato moltissimi manga di generi diversi,conquistandosi una certa fama soprattutto nel genere lolicon,e con manga come Pollon o Nanako SOS,entrambi molto famosi anche all'estero (Italia inclusa),anche grazie ai rispettivi adattamenti animati.
Azuma-mushi compare come narratore nell'anime di Pollon,evidentemente una caricatura dello stesso autore.



Voto e considerazioni:

Originalità: 8.5
Storia: 7.5
Disegni: 7.5
Voto Finale: 8

Alzi la mano chi non è entrato per la prima volta in contatto con la mitologia greca grazie al cartone animato di Pollon visto da bambino.
La simpatica e pasticciona bambina figlia del dio Apollo,imparentata con tutti i più potenti dei dell'Olimpo e crucciata di non essere dea a sua volta,ha allietato l'infanzia di molti bambini,e ancora oggi l'originale rivisitazione umoristica dei miti greci operata da Azuma continua ad affascinare e divertire gli amanti di anime e manga.

sabato 2 novembre 2019

Il maestro


Io lo vedo così,ed ecco perchè nonostante le crisi di nervi pressochè continue amo il mio lavoro.
e poi amo anche le Tartarughe Ninja,ovviamente.

"Insegnare è il più grande atto di ottimismo"

...e quindi è un po' dura la vita (lavorativa e non) di una persona invece fondamentalmente pessimista.

venerdì 1 novembre 2019

La repubblica dei cuochi

Non sempre mi va di recensire quello che leggo,oggi però ho ritenuto di propinarvi le mie considerazioni a proposito dell'ultimo libro letto in ordine di tempo.



My rating: 2 of 5 stars

Mi diverte sempre leggere la Soncini,in questo caso però devo dire di aver trovato questo libello ampiamente superfluo,sia perchè molto più risicato di quanto considero accettabile,sia perchè non ha mutato di una virgola la mia opinione a proposito dell'invasione di cuochi,programmi di cucina,pubblicazioni a tema,ricette,menù ed ingredienti improponibili proposti invece con estremo sussiego,tutorial e annessi e connessi che subiamo inermi e anzi apparentemente deliziati da un po' di anni in qua,ovvero che ci siamo lasciati abbindolare in una maniera che se ce l'avessero prospettata solo pochi anni prima avremmo considerato semplicemente ridicola,prima ancora che impossibile,e siamo entrati con grande allegria in un tunnel di stupidità e insensatezza onestamente inaccettabili.
Ormai per dire ho anche paura ad avventurarmi nella lettura di un romanzo,perchè è praticamente sicuro che farà capolino l'anima gourmet del protagonista,di volta in volta con gli sdilinquimenti estatici dei vari Montalbano,Malinconico,Zucchini,Carvalho ('chè il rincitrullimento collettivo purtroppo non è un fenomeno esclusivamente nazionale),ecc...
E io mi chiedo,da quando in qua si suppone e anzi si pretende che io lettrice sia interessata a sorbirmi il menù dei pasti dei personaggi invece di una trama possibilmente degna di qualche ora del mio tempo?
Sarò io ad essere eretica,probabilmente,ma a me di quel che mangiano i personaggi dei libri che leggo non importa un beneamato accidente,così come di quel che fanno tra le lenzuola,dacchè,udite udite,si tratta di attività che pratichiamo con una certa assiduità un po' tutti (almeno per quanto riguarda la prima,che è poi l'argomento della presente discussione),perdipiù rese mediamente in modo piuttosto piatto ed incolore e si direbbe senz'altro scopo che di allungare un brodo in qualche caso già abbastanza insipido.
E dopo questo giretto solo leggermente fuori traccia,mi riallaccio alle considerazioni su questo libello,estendibili comunque ad una quota rilevante del panorama editoriale attuale:mi rendo conto delle aspettative un po' esagerate,ma non sarebbe il caso di darsi alla scrittura solo nel momento in cui si ha qualcosa da dire,possibilmente d'interessante?
Poi sì,fa sorridere,del divertito sconcerto o dello sconcertato divertimento che il fenomeno mi provoca assieme però ad un'insopprimibile insofferenza,ma non dice niente di nuovo neanche per me che dei cuochi e dei ristoranti citati conosco solo Cracco,per via della pubblicità alle patatine;ma per lo stesso motivo penso sia più famoso Rocco Siffredi...



View all my reviews

giovedì 31 ottobre 2019

l'attesa è stata lunga

... ma ne è valsa la pena,ed il quarto capitolo della saga di Harry Potter nell'edizione illustrata è arrivato a prendersi il posto che gli spetta sullo scaffale accanto ai volumi precedenti,ed in attesa dei successivi.


Nello stesso pacco ha trovato posto anche altro,perchè a quanto pare non avevo abbastanza volumi arretrati,nè file in attesa sul kindle più o meno da una vita,mentre c'è già un altro carrello ai nastri di partenza...
Che dire allora? Buone letture a me,e questo è quanto.

venerdì 25 ottobre 2019

Random stuff #19


Finora tra l'altro almeno da queste parti il tempo è stato quasi sempre assai bello e le temperature si sono mantenute piuttosto miti,ed è stata perciò una stagione particolarmente piacevole.
Niente da dire sull'incanto del risveglio della primavera,però anche la natura che si prepara al riposo invernale offre uno spettacolo decisamente affascinante,accanto ai piaceri del rintanarsi da esseri umani...

fall isn't the end of summer; it's the beginning of cozy reading season.

giovedì 24 ottobre 2019

Le manie dei lettori #4


...specie se alla pila dei libri nuovi di zecca bisogna aggiungere anche le riletture;proprio stamattina in libreria ho adocchiato la riedizione illustrata del quarto capitolo di Harry Potter,il Calice di Fuoco,che non ho preso perchè già ordinata su ibs,ma che altrimenti sarebbe stata perfettamente in tempo per un regalo in occasione del mio onomastico,che poi era il motivo per cui stavolta mi trovavo in libreria.
Per il quinto capitolo bisognerà invece aspettare il 2021,ma per fortuna noi potteromani non rimarremo a bocca asciutta fino ad allora,perchè l'anno prossimo dovrebbe uscire il terzo film della saga Animali fantastici,che mi auguro un po' più denso come trama rispetto ai Crimini di Grindelwald,uscito l'anno scorso,capitolo che ho francamente trovato un po' deludente,e che volendo si può riassumere in 'E' sempre colpa di Silente'.
Siccome sono affezionata al canuto preside di Hogwarts (malgrado le sue in effetti numerose malefatte,che mi riprometto sempre di raccogliere in un post dedicato,per il quale manco a dirlo non riesco a trovare il tempo) ed ho apprezzato l'idea di farne interpretare la versione giovanile a Jude Law,la possibilità di saperne di più sul suo passato è un motivo in più per attendere fiduciosi il film del prossimo anno.

sabato 19 ottobre 2019

Qualunque cosa succeda

Qualunque cosa succeda, resta viva.
Non morire prima di essere morta davvero.
Non perdere te stessa, non perdere la speranza, non perdere la direzione.
Resta viva, con tutta te stessa, con ogni cellula del tuo corpo, con ogni fibra della tua pelle.
Resta viva, impara, studia, pensa, costruisci, inventa, crea, parla, scrivi, sogna, progetta.

Resta viva, resta viva dentro di te, resta viva anche fuori, riempiti dei colori del mondo, riempiti di pace, riempiti di speranza.
Resta viva di gioia.
C’è solo una cosa che non devi sprecare della vita, ed è la vita stessa.

 
- Virginia Woolf -

domenica 13 ottobre 2019

House of the Rising Sun (Animals, 1964)



There is a house in New Orleans
They call the Rising Sun
And it's been the ruin of many a poor boy
And God I know I'm one

My mother was a tailor
She sewed my new blue jeans
My father was a gamblin' man
Down in New Orleans

Now the only thing a gambler needs
Is a suitcase and trunk
And the only time he's satisfied
Is when he's all drunk

Oh mother tell your children
Not to do what I have done
Spend your lives in sin and misery
In the House of the Rising Sun

Well, I got one foot on the platform
The other foot on the train
I'm goin' back to New Orleans
To wear that ball and chain

Well, there is a house in New Orleans
They call the Rising Sun
And it's been the ruin of many a poor boy
And God I know I'm one

venerdì 11 ottobre 2019

Seiho High School Men's - Anche i ragazzi sognano l'amore




Trama:
Gli studenti del collegio privato maschile Seiho hanno ribattezzato Alcatraz-Sezione Giappone la loro scuola,perchè situata in un luogo praticamente inaccessibile,e soprattutto perchè li priva della compagnia delle ragazze.
Ma nonostante si trovino circondati dal mare e a cinquanta minuti d'auto dalla stazione più vicina,la presenza femminile non è completamente assente dalla loro vita,e per alcuni di loro ciò si traduce con l'esperienza più comunque che possa capitare a ragazzi della loro età:l'innamoramento,con le paure,le speranze,i dolori e le gioie che lo accompagnano.

Personaggi:

Chikara Maki: si può considerare il protagonista della storia,è un ragazzo carino e gentile,anche se quando si arrabbia è piuttosto temibile;abbastanza portato e bravo negli sport,soprattutto nel calcio,è sempre disponibile ad aiutare gli altri,ma anche se dichiara di volersi fidanzare,sembra aver eretto un muro che gl'impedisce d'innamorarsi,perchè ancora legato al ricordo della ragazza di cui era innamorato alle medie.

Rui Kamiki: il ragazzo più bello della scuola,nonostante il successo che ha con le ragazze non sembra sentirne particolarmente la mancanza,forse perchè sta cercando di dimenticare il forte sentimento per la sorellastra.Quando non indossa l'uniforme non bada molto a quello che indossa,ed è alquanto disordinato.
 
Hidetoshi Nogami: il compagno di stanza di Chikara è un ragazzo diretto tanto da risultare rude,e molto spesso gli succede di essere estremamente indelicato:nell'aiutare la dottoressa della scuola a rendersi più attraente prima di dichiararsi a Kamiki,finisce con l'innamorarsene,anche se non ne vuole sapere di ammetterlo neanche a se stesso.

Mamoru Hanai: nonostante abbia una fidanzata che non sa come lasciare senza ferirla e senza che scopra la sua passione per i peluche e in generale le cose carine,non ha nessun interesse verso le ragazze,quindi è l'unico a non avere problemi a vivere in una scuola maschile.
 
Arata Genda: è il compagno di stanza di Kamiki,e come lui è molto disordinato:di carattere leggermente impenetrabile,viene per questo motivo lasciato dalla ragazza,ma facendo uno sforzo riesce a rassicurarla sui suoi sentimenti,sistemando le cose tra loro.

Manga:

Titolo originale: Men's Kou (メンズ校)
Titolo italiano: Seiho High School Men's-Anche i ragazzi sognano l'amore
Storia e disegni: Izumi Kaneyoshi (和泉かねよし)
Editore giapponese: Shogakukan (Betsucomi)
1a ed.: 2006-2010
Tankobon: 8 (conclusa)
Editore italiano: Planet Manga
Prezzo: 4.30 euro
1a ed. it.: marzo-ottobre 2010

Voto e considerazioni:

Originalità: 8
Storia: 8.5
Disegni: 8
Voto Finale: 8.5

In questo manga l'autrice descrive i problemi di cuore da una prospettiva piuttosto insolita,quella dei ragazzi,e lo fa con bravura,sensibilità e ironia:i protagonisti della storia non incarnano l'ideale del principe di shoujo manga,sono ragazzi veri,ma proprio per questo il romanticismo è garantito,anche se un pò diverso da quello cui molti shoujo ci hanno abituato,forse perchè meno artificiale.

giovedì 10 ottobre 2019

Koi Ikeno


come si disegna
Nasce a Tokyo il 16 aprile del 1959,sotto il segno dell'ariete,ed ha gruppo sanguigno di tipo B.
Debutta nel 1979 con l'opera Happy End Monogatari,ma raggiunge la notorietà anche internazionale solo qualche anno dopo,con la serie Tokimeki Tonight,giunta anche in Italia dapprima nella versione animata in 34 epiosdi nell'autunno 1983 con il titolo Ransie la strega,successivamente anche nella versione cartacea nel 2002.
In seguito si dedicherà principalmente a volumi unici e ad opere di genere majocco,di tanto in tanto pubblicando qualche spin-off della sua serie più lunga e più popolare,fino a realizzarne nel 2002 un remake in chiave moderna di 9 volumi.


Opere:

Chotto Otogibanashi 1980 1 volume-concluso
Mai-chan Non-Stop 1981 1 volume-concluso
Me-chan Kokyushitsu 1982 1 volume-concluso
Tokimeki Tonight (Ransie la strega - Batticuore notturno) 1982 30 volumi-conclusa

Heroine ni Naritai 1991 1 volume-concluso
Nurse Angel Ririka SOS 1995 4 volumi-concluso
Oshiete Nanoka 1996 4 volumi-concluso
Manatsu no Door 1999 oneshot

Usotsuki na Season 1999 1 volume-concluso
Tokimeki Tonight - Hoshi no Yukue (Nei pressi di una stella) 2000 1 volume-concluso
Misty Boy 2001 1 volume-concluso
Tokimeki Midnight (Ransie la strega - Batticuore a mezzanotte) 2002 9 volumi-concluso
Ikeno Koi Tokimeki Tanpenshuu 2009 1 volume-concluso
if no Gakubuchi 2010 1 volume-concluso
Tokimeki Tonight - Makabe Shun no Jijou  (Le situazioni di Shun Makabe) 2013 1 volume-concluso

Wakamurasaki 2014 1 volume-concluso
Tokimeki Tonight - Endou Mouri no Kakeochi 2015 1 volume-concluso
Tokimeki Manga Michi 2016
Tokimeki Tonight: Makabe-ke no Kikyou 2018

mercoledì 9 ottobre 2019

Dopo tanto un +1 quasi sicuro

Anche se restiamo sempre tristemente in zona riedizioni,è vero anche che ultimamente sono poco o nulla aggiornata sulle novità dal Paese del Sol Levante,e quel poco che in qualche modo arriva ad essere intercettato dalle mie antenne di solito finisce col parermi mediamente poco interessante,o,nei casi in cui invece almeno un minimo di curiosità da parte mia ci sarebbe,le serie in oggetto non vengono considerate degne di ricevere una pubblicazione italiana.
Comunque,dopo Lamù,dopo Sailor Moon e dopo perfino Gigi la trottola,la Star Comics ha ritenuto opportuno proporre una riedizione su cui una volta tanto potrei fare un serio pensiero,ovvero quella del manga di Ransie la strega,uno degli anime che da bambina guardavo più volentieri (Shun/Paul è anche una delle prime cotte 2D di cui abbia memoria),nonchè la serie di cui a suo tempo comprai in edicola i primi due volumetti della mia carriera di collezionista.


La nuova edizione avrà 12 volumi (contro i 30 della prima edizione,il che fa supporre che la riedizione non riguarderà l'intera serie),pubblicata mensilmente dal prossimo mese di gennaio.
Detto questo,il Lucca Comics si avvicina,e malgrado tutto non si può fare a meno di sperare che porti qualche buona notizia...

P.S. Dopo aver cercato meglio in giro,effettivamente la riedizione in questione riguarderà solamente il primo arco narrativo,quello appunto di cui è protagonista Ranze,e coprirà i primi 16 volumi della serie originale;ovviamente si sono lette delle lamentele a questo proposito,ma personalmente invece ne sono contenta,perchè la serie originale negli archi narrativi successivi l'avevo trovata noiosa e poco interessante,e quindi alla prima occasione utile avevo sbolognato in blocco tutti e 30 i volumetti,per cui mi fa davvero piacere poter collezionare in un'edizione si spera degna solo la parte che più mi interessa,senza inutili zavorre.

martedì 8 ottobre 2019

Mix: Meisei Story. Ending 1 e 2

Finito l'anime e postate le due sigle iniziali,oggi è la volta delle due sigle finali della serie, Kimi ni Todoku di Little Glee Monster e Kimi ni Tsutaeta Story di Qyoto.



sabato 28 settembre 2019

Mix: Meisei Story OP2「VS」by Porno Graffiti



Oggi è andato in onda l'ultimo episodio della serie,e mi sono accorta,giusto in tempo,che non avevo mai postato la sigla iniziale della seconda parte della stagione,molto bella,emozionante ed evocativa,quindi eccola.
Adesso non resta che attendere la seconda stagione,per la quale ci sarà comunque da aspettare,ma intanto in fumetteria dovrebbe esserci il tredicesimo volume del manga...

venerdì 27 settembre 2019

Piece

E niente,ogni volta che un reperto del mio via via più remoto passato da lettrice entusiasta di manga torna in superficie mi ritrovo sempre un po' spiazzata da come una curiosità pressochè onnivora sia diventata in un tempo neanche tanto lungo una quasi totale indifferenza,però devo dire che sebbene continui a tenere d'occhio le nuove uscite,a solleticare il mio interesse non è rimasto praticamente nulla,a parte di tanto in tanto qualche riedizione,che in genere comunque finisco col lasciare dov'è,anche perchè di solito si tratta di manga nient'affatto imprescindibili secondo il mio metro di giudizio,che mi trovo a dover concludere essere forse un po' troppo severo.
Della serie di oggi diversamente da altre ripescate in precedenza mi ricordo con una certa precisione,anche se non è sopravvissuta all'opera di sfoltimento cui periodicamente la mia collezione viene sottoposta,tuttavia era interessante e ben sceneggiata,per cui vale sicuramente almeno una lettura.




Trama:
Mizuho è una studentessa universitaria,ed è una ragazza molto riservata che fa fatica ad aprirsi agli altri:l'improvvisa morte di una compagna di liceo e la scoperta di essere stata tradita dal suo ragazzo la porteranno ad interrogarsi su alcuni aspetti della sua vita:nel cercare di aiutare la madre della ragazza morta a ricostruirne l'esistenza,comicerà infatti a riflettere anche sulla sua vita e sulle sue difficoltà nei rapporti con gli altri.
Nel tentativo di ricostruire il mosaico della vita di una ragazza che non aveva mai cercato di conoscere veramente sarà aiutata da un compagno di liceo dall'atteggiamento bizzarro e da un ragazzo più grande che era stato segretamente innamorato della ragazza morta.

Personaggi:

Mizuho Suga:
la protagonista della storia è una ragazza riservata e riflessiva,che sorprendendosi della sua rezione composta al tradimento del suo fidanzato,comincia a trovarsi a disagio col proprio carattere,che la fa sembrare distaccata e fredda,perfino calcolatrice.
Quando la madre di una sua compagna di liceo morta all'improvviso le chiede di aiutarla a ricostruire alcuni particolari della vita di sua famiglia,Mizuho scorge la possibilità di cambiare.

Hikaru Narumi: ragazzo alquanto problematico e per certi versi misterioso con il quale Mizuho ha avuto una relazione durante gli anni del liceo nonostante la sua pessima fama,e dal quale forse è ancora attratta.
Coinvolto anche lui alle ricerche sul passato della compagna morta,anche se non è attivamente impegnato nelle stesse.

Haruka Origuchi: la ragazza di cui Mizuho sta cercando di ricostruire l'esistenza è una persona di cui ricorda poco,solo che stava sempre in disparte e non parlava con nessuno,ma dopo la sua morte emergeranno rivelazioni sconcertanti sul suo conto.

Takashi Yanai: a scuola era un anno avanti a Mizuho e gli altri,e malgrado la sua apparente inarrivabilità,pare che si fosse innamorato proprio di Origuchi,alla quale però non aveva mai rivelato i suoi sentimenti.
Contattato da Mizuho in cerca d'informazioni sull'impegno della ragazza nel comitato studentesco di cui anche lui faceva parte,si ritroverà anche lui coinvolto nelle ricerche,come Mizuho perchè insoddisfatto della sua vita e del suo carattere.

Manga:

Titolo originale: Piece - Kanojo no Kioku (Piece ~彼女の記憶~)
Titolo italiano: Piece
Storia e disegni: Hinako Ashihara (芦原妃名子)
Editore giapponese: Shogakukan (Betsucomi)
1a ed.: 24 giugno 2008 - 26 giugno 2013
Tankobon: 10 (concluso)
Editore italiano: Planet Manga
Prezzo: 4.30 euro
1a ed. it.: 31 luglio 2010 - 21 dicembre 2013

Voto e considerazioni:


Originalità: 7.5
Storia: 7.5
Disegni: 8
Voto Finale: 7.5

Come dice il titolo,Piece è un puzzle che il lettore ricostruisce insieme alla protagonista,e proprio come in un puzzle,ogni pezzo aggiunto permette di vedere meglio il disegno finale,ma al tempo stesso rivela dettagli sorprendenti,o va inserito in un punto diverso da quello immaginato in precedenza,costringendo il lettore,esattamente come la protagonista,a riconsiderare le ricostruzioni precedenti,alla ricerca di una nuova soluzione.

giovedì 26 settembre 2019

Traumi infantili



Qualche tempo fa con un'amica si chiacchierava a tempo perso di alcuni clichè e situazioni ricorrenti in manga ed anime,ed ovviamente non si poteva che andare a parare sulla madre di tutti i traumi infantili,l'inciampo della sospensione dell'incredulità anche per la bimba che ero all'epoca in cui m'imbattei per la prima volta in una situazione di questo tipo,ovvero (probabilmente,capirete che visto che parliamo di parecchio tempo fa i ricordi possono non essere molto precisi,di sicuro parliamo della prima volta in cui la circostanza mi colpì al punto da rimanermi impressa a fuoco nella memoria) guardando l'anime di Occhi di gatto.
Mi sembrava inconcepibile già all'epoca,pur con tutta l'ingenuità della me stessa neanche decenne di allora,che serenamente ingenua lo era davvero,e quindi immaginando un rapporto caratterizzato dalla più rigorosa castità con quel che ne consegue,e continua ovviamente a parermi tale anche ad oltre trent'anni di distanza, che un tizio passasse le serate a rincorrere una donna fisicamente identica in tutto e per tutto alla sua fidanzata,e per 70 episodi non abbia mai concepito un sospetto che potesse dirsi tale in proposito,per di più anzi concedendosi anche il lusso di fare il cascamorto con la 'misteriosa' gatta,sempre compatibilmente col suo essere in fin dei conti un poliziotto e lei invece una ladra,nonchè felicemente e direi anche immeritatamente fidanzato con una ragazza effettivamente bellissima nonchè molto in gamba,che probabilmente dal canto suo sopportava le virtuali scappatelle di quel bietolone ancorchè carino col suo alter ego in primis perchè appunto solo virtuali,e in subordine anche perchè aveva un discreto tornaconto dall'ambigua situazione.
Ciò nonostante,nei suoi panni sono sicura che non avrei tollerato un simile andazzo con altrettanta nonchalance,giusto un filo incrinata da una più che comprensibile ma in fin dei conti abbastanza occasionale gelosia,e avrei invece considerato molto seriamente di sacrificare gli indubbi vantaggi di una relazione con uno dei poliziotti coinvolti nelle indagini sulle attività notturne mie e delle mie sorelle,se questo avesse comportato serissime e fondatissime riserve sulla  perspicacia,intelligenza e lealtà di un tale fidanzato.
Occhi di gatto d'altronde non era certamente un caso isolato,in svariate occasioni era dietro l'angolo il rischio di soffocamento da merendine durante la visione di uno o dell'altro anime tra quelli che allietavano i miei momenti liberi,e sono ben consapevole,come lo ero del resto anche all'epoca,seppure magari in maniera più confusa e meno esplicita,che esistono delle esigenze pratiche di riconoscibilità dei personaggi,marketing e quant'altro,ma se una bambina poteva afferrare con una certa facilità che una maghetta avesse preso le sembianze di un'altra persona,o che una bimbetta di dieci anni fosse diventata un'adolescente di sedici grazie ad un colpo di bacchetta,non si vede perchè la stessa bambina dovesse poi incontrare difficoltà sovrumane nel riconoscere lo stesso personaggio solo calato in un contesto diverso rispetto magari alla scena precedente.
Comunque sia,semmai vi fosse balenato un tale sospetto,non è certamente per caso che il post odierno sia stato aperto con una sequenza sulla trasformazione di Bunny e compagne nella guerriere Sailor,oltretutto mica in un momento qualsiasi,ovvero nel corso delle millemila trasformazioni che ci siamo sorbiti nei vari episodi delle varie stagioni;siamo invece nel bel mezzo di un momento topico della serie,ovvero quando,nel corso della quinta stagione,Seiya,Taiki e Yaten si rivelano al resto della truppa come membri del team Sailor Starlights,rimanendo però a loro volta folgorati dalla rivelazione che l'esercito di damigelle in pericolo che si apprestavano a difendere era nientedimeno che la squadriglia Sailor al gran completo.
E con questo direi che tutti i traumi infantili di matrice analoga sbiadiscono all'istante,sebbene come detto a questo punto si parli ormai alla quinta ed ultima stagione dell'anime,e nel frattempo ci siamo pertanto bene o male assuefatti al fenomeno di per sè comunque perlomeno sconcertante grazie al quale da spettatori ci sorbiamo la genuina meraviglia con cui tali epifanie vengono accolte di volta in volta,quando esattamente e andando a stringere siamo in presenza nè più e nè meno di un banalissimo cambio d'abito.

lunedì 23 settembre 2019

Autunno


Come premurosamente ci ricorda google,con uno dei doodle a mio parere più brutti della storia,oggi inizia ufficialmente l'autunno,ovvero la bella stagione degli amanti dei libri,delle caldarroste,dei plaid,del tè,della cioccolata calda,del fuoco nel caminetto,del sole tiepido del pomeriggio e delle calde sfumature dei boschi...
Ogni stagione ha le sue bellezze,ma personalmente apprezzo molto la tranquillità autunnale dopo l'oggettivamente per me sempre un po' stressante e faticoso periodo estivo.
Come per il fantasmino dell'immagine,autunno per me vuol dire soprattutto libri a go-go,senza farsi mancare ovviamente qualcosa di nuovo,ma intanto dedicandosi piacevolmente alle riletture;in particolare l'atmosfera è quella ideale per trasferirsi nuovamente ad Hogwarts,cominciando stavolta dal quarto capitolo della serie,per il quale è tra l'altro prevista a breve la pubblicazione dell'edizione illustrata:


il volume in oggetto sarebbe in realtà dovuto uscire lo scorso anno,ma la pubblicazione ha subito un ritardo,dovuto anche alla corposità del tomo,il secondo più lungo della saga potteriana,che quindi vedrà la luce nel Regno Unito il prossimo 8 ottobre,mentre per l'edizione italiana bisognerà attendere la fine di ottobre e l'inizio di novembre prossimi,periodo nel quale avevano visto la luce anche i tre capitoli precedenti della stessa edizione.
L'edizione inglese è già preordinabile su amazon,e per l'occasione l'editore britannico Bloomsbury ne ha realizzato anche una versione Deluxe,con copertina in stoffa,cofanetto laminato e bordi dorati;per entrambe le edizioni una borsa di tela in omaggio per i preordini:


L'illustratore Jim Kay ha poi dichiarato di essere già al lavoro sul quinto capitolo della saga,L'Ordine della Fenice,la cui pubblicazione si prevede nel 2021.

domenica 22 settembre 2019

Amici da 25 anni


Il 22 settembre del 1994 andava in onda il primo episodio della fortunata sit-com americana F•R•I•E•N•D•S ,creata dagli sceneggiatori David Crane e Marta Kauffman,e andata originariamente in onda sul canale NBC fino al 6 maggio 2004,per un totale di dieci stagioni e 236 episodi.
Ambientata a New York,e più precisamente a Manhattan,la serie ruota intorno a sei amici,Ross,Chandler,Joey,Rachel Phoebe e Monica,rispettivamente interpretati da David Shwimmer,Matthew Perry,Matt LeBlanc,Jennifer Aniston Lisa Kudrow e Courtney Cox.
Molto amata e popolare in patria,la serie ha avuto notevole successo anche all'estero;in Italia è andata in onda per la prima volta dal 23 giugno 1997 al 4 luglio 2005.


Trama:
Il giorno stesso in cui abbandona all'altare il futuro marito, Rachel incontra la sua vecchia amica del liceo Monica, ora una chef newyorkese,che,conosciuta la sua situazione,le offre di andare a vivere insieme nel suo appartamento. Rachel si unisce così al gruppo di amici di Monica, tutti single e sulla soglia dei trent'anni: il mediocre attore italoamericano Joey, l'analista contabile Chandler, la massaggiatrice e musicista a tempo perso Phoebe, e il paleontologo Ross (appena divorziato dalla moglie scopertasi lesbica), fratello maggiore di Monica. Per vivere, Rachel inizia a lavorare come cameriera al Central Perk, una caffetteria punto di ritrovo degli amici; quando non sono al caffè, i sei sono spesso all'appartamento di Monica e Rachel, situato a West Village, parte di Manhattan, o a quello di Joey e Chandler, che si trova esattamente di fronte.
Gli episodi presentano le avventure sentimentali tragicomiche dei sei amici e gli sviluppi delle loro carriere, come ad esempio le infruttuose audizioni di Joey, le avventure sentimentali di Chandler, o le bizzarre situazioni familiari della vita di Phoebe. I sei personaggi hanno ognuno, nel corso della storia, molti appuntamenti e relazioni serie e non, come accade a Monica con Richard Burke, e a Ross con Emily Waltham. La travagliata relazione di Ross e Rachel è la più ricorrente, con i due che per anni continuano a mettersi insieme e puntualmente a lasciarsi, anche quando Ross sposa brevemente Emily, finché lui e Rachel hanno un bambino; Chandler e Monica si conosceranno meglio e finiranno per sposarsi, mentre Phoebe sposerà Mike Hannigan. Altri personaggi ricorrenti sono i genitori di Ross e Monica, l'ex moglie lesbica di Ross, Carol, e il loro figlio Ben, lo strambo titolare del Central Perk, Gunther, e la storica fidanzata di Chandler, Janice.

giovedì 19 settembre 2019

5 minuti e sono pronta

Work in progress,si spera,intanto vi beccate un video che considero assolutamente geniale,per svariate ragioni.Poi certo possiamo discutere sulla profondità della lirica,ma insomma,ogni tanto un po' di leggerezza ci vuole.
Tutto questo tra l'altro all'indomani dell'annuncio dell'abbandono del gruppo da parte del frontman,notizia che del resto non mi toglierà di certo il sonno,anche perchè la vera perla in realtà sta nel link;detto questo,enjoy! (e buonanotte)




https://www.facebook.com/100012485232457/videos/460333277726176/

Ti mando un vocale...ma anche no.


martedì 17 settembre 2019

September blues


Meno male che ci sono gli americani a preoccuparsi premurosamente di dare un nome ad ogni minima infinitesima oscillazione dell'umore,e a sollevarci così dal dubbio angoscioso di essere depressi e basta,il che diciamolo,oltre che triste sarebbe soprattutto tanto tanto scialbo e banale.
In tutto ciò,al supermercato ho adocchiato due nuovi KitKat e ho deciso di assaggiarli;per ora ho provato Ruby Chocolate,che non mi ha particolarmente colpito,ora c'è da vedere come sarà l'esperienza con quello al tè verde.Ho qualche dubbio possa piacermi,comunque un tentativo male non può fare,più che altro spero quasi in un esito negativo,per non ritrovarmi tra qualche mese tristemente orfana come è stato qualche anno fa con il Tronky al pistacchio,un vuoto che non sono mai più riuscita a colmare...


Eh,sì,è settembre,e siamo tornati al lavoro,ci vuole proprio un po' di dolcezza.

sabato 7 settembre 2019

Mix: Meisei Story so far...

 
I gemelli del golLa batteria Tachibana.

Avrei due post in lavorazione,di cui uno praticamente in dirittura d'arrivo (come al solito concentrazione e ispirazione permettendo),ma mi sono resa conto che ultimamente ho trascurato gli aggiornamenti sull'unico anime che sto seguendo al momento,e direi che è veramente il caso di rimediare.
Proprio stamattina sono riuscita finalmente a guardare il 21mo episodio,rilasciato la scorsa settimana,mentre nel pomeriggio andrà in onda il ventiduesimo dei ventiquattro complessivi previsti per questa stagione.
Siamo alle battute finali quindi,in questo episodio abbiamo assisitito all'inaspettato ribaltamento ai quarti,mentre nel prossimo col benestare degli dei vedremo la semifinale con il Toshu;il Meisei è arrivato molto avanti nel torneo,ma si direbbe che la fortuna stia per finire,e del resto abbiamo altri due anni,la squadra ha ancora bisogno di farsi per bene le ossa,e noi vogliamo vedere Natsuno in squadra,e magari anche la sfida tra Akai senior e junior...prima che lo chiediate,si tratta al momento solo di speculazioni della sottoscritta,non suffragate da niente di ufficiale in quanto visto sempre fino ad ora a video e in volume
A breve intanto è prevista la pubblicazione italiana del tredicesimo volumetto della serie,mentre in Giappone è appena uscito il quindicesimo,in discreta posizione anche nelle classifiche di vendite.
Leggevo sempre stamattina che sempre in Giappone l'anime di Mix è molto seguito,mentre in Italia non desta particolare interesse,all'infuori si direbbe dei fan storici di Adachi,probabilmente anche per il diverso rilievo che nei due Paesi riveste lo sport del baseball.
Ad ogni modo,a parte qualche episodio un po' sottotono,si è trattato di una serie interessante,ben realizzata e molto piacevole,ed anche se alcuni episodi sono risultati in effetti un po' lenti,complessivamente il ritmo è sempre stato buono,anche grazie ovviamente alla qualità del materiale di base (lo dico sempre,e mi sembra anche il caso di ripeterlo,ma non si è maestri per caso).