giovedì 20 febbraio 2020

Religions of the world

Diverso tempo fa mi imbattei in una t-shirt molto spiritosa,che però non comprai perchè sicura che l'avrei indossata praticamente mai,però mi sembrava che valesse la pena condividere una simile perla.

taoism: shit happens
hinduism: this shit happened before
islam: if shit happens,take a hostage
buddism: when shit happens,is it really shit?
7th day adventist: shit happens on Saturday
protestantism: shit won't happen if I work harder
catholicism: if shit happens I deserve it
jehova's witness: knock knock, "shit happens"
judaism: why does shit always happen to me?
hare kirshna: shit happens rama rama ding dong
atheism: no shit
t.v. evangelism: send more shit
rastafarianism: let's smoke that shit

domenica 9 febbraio 2020

Arcobaleno di spezie

Dopo aver ripescato la recensione,direi che è arrivato il momento per una rilettura,anzi,data la penuria di manga del periodo (anche se in fumetteria dovrebbero esserci il 14mo volume di Mix e il secondo di Ransie,mentre ad aprile sarà ancora Adachi-time col 15mo volume di Mix..Mi fa ovviamente piacere poter seguire la storia ad un ritmo più sostenuto,spero solo che poi lo stesso non si blocchi troppo a lungo),penso proprio sia il caso di ampliare l'operazione con tutta la produzione adachiana ^_^





"Sette fratelli.
Sette colori.
Sette spezie fragranti."


Trama: Alla morte di sua madre,Shichimi,quindicenne protagonista della storia che di mestiere fa il vigile del fuoco,scopre di avere sei fratellastri,e viene invitato a recarsi alla tenuta Karakuri,che si trova nella capitale Edo (l'antica Tokyo), per ricongiungersi a loro;qui scopre che tutti e sette hanno madri diverse,tutte nel frattempo morte,ma sono figli dello stesso padre,di cui però nessuno conosce l'identità.
Dopo un breve periodo a casa Karakuri,i sette decidono di partire per un viaggio durante il quale visitare le tombe delle rispettive madri,per conoscersi meglio e cercare di scoprire l'identità del genitore comune,ma c'è qualcuno per il quale la loro esistenza è una minaccia,e cercherà quindi di liberarsi di loro.

Personaggi:

Shichimi: il protagonista è un ragazzo di 15 anni,e di mestiere fa il vigile del fuoco su un altro pianeta e in un Paese del futuro molto somigliante al Giappone medievale.E' molto abile nelle tecniche ninja,e alla morte della madre scopre di avere sei fratellastri per parte di padre che lo aspettano ad Edo.Visto che loro sette sono tutti figli di madri diverse,Shichimi è convinto che il loro padre sia un irresponsabile.

Goma: il maggiore dei sette fratelli ha 22 anni è un artista rakugo,il teatro comico giapponese;non è portato per le arti marziali come alcuni dei suoi fratelli più giovani,e va molto d'accordo con Keshi:anche se non si direbbe ha un ruolo importante come guida presso i suoi fratelli.

Asajiro: il secondogenito è un bel ragazzo di 20 anni,molto bravo con la spada,anche se la sua aspirazione è quella di diventare un artista vagante.Oltre ad essere un bravo pittore a volte riesce a vedere il futuro;non era presente al momento dell'arrivo di Shichimi a casa Karakuri,e i suoi fratelli partiranno senza di lui,che li raggiungerà in seguito.

Keshi: è il terzogenito della famiglia ed ha solo 18 anni,anche se sembra più anziano.Dopo la morte della madre ha trascorso alcuni anni in un tempio,ed è pertanto diventato monaco.Abbastanza abile con le tecniche ninja,gli piacciono gli alcolici e il gioco d'azzardo,passioni che condivide con Goma,motivo per cui i due vanno tanto d'accordo.

Natane: l'unica ragazza del gruppo,ha 13 anni,ed è diventata molto brava con la spada grazie agli insegnamenti di Asajiro,che lei ammira particolarmente,mentre non riesce a considerare Shichimi un suo fratello maggiore;è lei ad occuparsi dei due fratelli più piccoli,Chinpi e Sansho.

Chinpi: il penultimo dei fratelli,ha 10 anni,ed è un brillante inventore:è molto affezionato ai suoi fratelli,e si appoggia a loro dopo aver perso la madre.

Sansho: il più piccolo di Casa Karakuri è un bambino di soli 3 anni sorprendentemente abile nelle tecniche ninja,ma coccolato proprio come si deve al piccolino di casa.

Hanzo: è il ninja incaricato di sorvegliare e proteggere i sette fratelli durante il loro viaggio,cosa che lui lo fa camuffandosi da venditore di tabacco,e in numerose occasioni neutralizza le trappole che minacciano i fratelli.
Siccome provengono dallo stesso clan,a volte gioca di nascosto con Sansho.

Furon: spadaccino vagabondo di eccezionale bravura,è uno spietato assassino,che a volte lavora come mercenario;incontra Shichimi all'inizio della storia e anche in seguito le loro strade si incrociano più volte,e tra i due sorge una sorta di rispettosa rivalità:nel corso della storia diverse rivelazioni sul suo conto sveleranno lo stretto rapporto che lo lega ai fratelli.


Manga:

Titolo originale: Niji Iro Togarashi
Titolo italiano: Arcobaleno di spezie
Storia e disegni: MItsuru Adachi
Editore giapponese: Shogakukan (Shonen Sunday)
1a ed.: 1990-1992
Tankōbon: 11 (completa)
Editore italiano: Flashbook
Prezzo: 5.90 euro
1a ed. it.: febbraio 2010-novembre 2011

Voto e considerazioni:

Originalità: 8.5
Storia: 10
Disegni: 8.5
Voto Finale: 10

Niji Iro Togarashi è probabilmente l'opera per certi versi più atipica di Adachi,soprattutto per quanto riguarda l'ambientazione;allo stesso tempo la composizione del cast e le dinamiche che s'instaurano tra i personaggi sono quelle per così dire classiche dell'autore,ciò nonostante niente in questa storia sa di già visto e scontato,al contrario,risulta sempre ingegnosa e sorprendente,i personaggi crescono e maturano e relazioni e situazioni evolvono e si chiariscono davanti agli occhi del lettore,pur in assenza di avvenimenti per questo particolarmente eclatanti.
Una serie promossa a pieni voti,sicuramente tra le migliori dell'autore.

lunedì 3 febbraio 2020

Challengers



Trama:
Di ritorno da una serata in compagnia di amici,l'impiegato Mitsugu Kurokawa si imbatte in Tomoe Tatsumi,un giovane liceale di Nagoya.
Il ragazzo si trova a Tokyo per sostenere gli esami di ammissione all'università W,ma si è smarrito nella ricerca del suo albergo,e a seguito di un contrattempo,Mitsugu gli offre ospitalità a casa sua.
Concluso il test,il ragazzo si appresta a tornare nella sua città,ma mentre le porte del treno si stanno chiudendo Mitsugu,che lo aveva accompagnato alla stazione,seguendo l'impulso del momento si avvicina e lo bacia.
Nonostante questo,quando qualche mese dopo Tomoe si trasferisce a Toyko per frequentare l'università,finisce per andare a vivere nell'appartamento di Mitsugu,e dopo qualche equivoco e resistenza iniziale,e malgrado il tirannico e omofobico fratello maggiore di Tomoe,i due iniziano una relazione.
 

Personaggi:

Mitsugu Kurokawa: giovane impiegato,vive e lavora a Tokyo;una sera,di ritorno da una bevuta con amici si imbatte in Tomoe,e per una serie di disavventure di quest'ultimo si offre di aiutarlo ospitandolo in casa sua;qualche tempo dopo i due diventano coinquilini,e Mitsugu si dichiara al suo giovane amico.

Tomoe Tatsumi: all'inizio della storia è uno studente liceale,brillante ma piuttosto ingenuo e distratto.Dato che gli affitti a Tokyo sono molto cari e non vuole gravare troppo sulle finanze familiari,accetta l'offerta di Mitsugu di andare a vivere a casa sua,e quando lui si dichiara,sebbene inizialmente confuso,alla fine capisce di ricambiare i suoi sentimenti.

Soichi Tatsumi: fratello maggiore di Tomoe,è un ricercatore universitario che vive e lavora a Nagoya.Violentemente omofobico anche a causa di una spiacevole disavventura capitatagli personalmente,si dimostra sospettoso circa"l'arrangiamento immobiliare" in cui è rimasto coinvolto l'ingenuo fratellino.

Taichiro Isogai: collega e migliore amico di Kurokawa,viene per caso a sapere della relazione tra Soichi ed il suo kohai Morinaga,e sfrutta questa informazione per far sì che Soichi smetta di tormentare Mitsugu.

Manga:
Titolo originale: Challengers (チャレンジャーズ)
Titolo italiano: Challengers
Storia e disegni: Hinako Takanaga (高永ひなこ)
Editore giapponese: Hakusensha Kaiosha (Hanamaru)
1a ed.: 1995-1999
Tankobon: 4 (conclusa)
Editore italiano: Magic Press
Prezzo: 5,90 euro
1a ed. it.: maggio 2014 - ottobre 2015


Autrice:
Hinako Takanaga è una mangaka giapponese,nata ad Aichi il 16 settembre 1972.
Ha debuttato proprio con Challengers nel 1995,e da allora ha pubblicato molte altre serie,prevalentemente di genere yaoi,alcune delle quali edite anche in Italia, a cura della Magic Press,come Mi vergogno da morire, Little Butterfly, Croquis e Il tiranno innamorato, spin-off di Challengers che racconta la difficile relazione tra il fratello maggiore di Tomoe Tatsumi, l'irascibile ed omofobico Soichi,ed il suo kohai Tetsuhiro Morinaga, innamorato di lui.

Voto e considerazioni:

Originalità: 6,5
Storia: 7
Disegni: 7-
Voto Finale: 7+

Dopo tanto una recensione nuova di zecca,tanto per cambiare.
Prima serie manga dell'anno,forse rimarrà anche l'unica,escludendo quelle in corso;piuttosto insolitamente si tratta di uno yaoi,letto solo perchè da gran tempo desideravo vedere gli esordi della conoscenza tra Morinaga e il suo senpai Soichi Tatsumi,solo per avere l'ulteriore conferma che Il tiranno rappresenta una felice eccezione alla mia di regola sostanziale indifferenza al genere yaoi.
Questo Challengers al contrario rientra perfettamente nella norma;l'ho trovato abbastanza simpatico e gradevole,con personaggi e situazioni ben tratteggiati almeno rispetto alla media del genere che mi è passata per le mani,però tutto sommato piuttosto insipido,tranne ancora una volta per le incursioni di Soichi e successivamente di Morinaga ed Hiroto,sempre divertenti,anche se in effetti devo dire che il cast a me è sembrata la componente più riuscita di questa serie,escludendo Tomoe,la cui caratterizzazione mi è parsa un po' debole e stereotipata, non solo rispetto al protagonista della vicenda,che oltre al ruolo più attivo nella relazione al centro della storia è molto più efficace come motore e centro della narrazione,ma anche rispetto ad alcuni personaggi di contorno,come il collega ed amico di Kurokawa,Isogai,e come il proprio tirannico fratello maggiore col suo assistente di ricerche,talmente riusciti da meritarsi una serie tutta per loro.

Consigliato?

domenica 2 febbraio 2020

Felice giorno della marmotta


Ricorrenza tradizionale nordamericana assimilabile alla nostra Candelora,che come nella versione italica permettebbe di trarre auspici sulla durata dell'inverno basandosi sulle condizioni meteo della giornata del 2 febbraio,che approssimativamente si colloca a metà della stagione invernale dal punto di vista astronomico.
Si dice infatti che se la marmotta sbucando dalla sua tana non proietta alcuna ombra sul terreno per via di un cielo plumbeo e nuvoloso,allora il freddo invernale sta per lasciare il posto alle belle giornate della primavera;se al contrario si affaccerà in una bella giornata di sole,correrà a rintanarsi per le successive sei settimane onde ripararsi dal gelo.
Quest'anno peraltro si tratta di una data palindroma,in più,come nono giorno lunare dal capodanno del calendario cinese,coincide col compleanno dell'Imperatore di Giada,ed è considerato un giorno particolarmente fortunato.

giovedì 30 gennaio 2020

Gli spaiati

Gli spaiatiGli spaiati by Ester Viola

My rating: 3 of 5 stars


Il primo mi era piaciuto di più,non eccezionale,compiuto comunque,e in fin dei conti divertente,così non ho avuto esitazioni nello sciropparmi il seguito,che però ho trovato sottotono rispetto al primo capitolo,ed evidentemente in attesa di una conclusione,che spero arrivi col prossimo capitolo e non più in là.

Comunque,a seguito di rilettura,perchè spaiata è come mi sento io,specie in alcuni momenti,l'opinione in proposito si è un po' ammorbidita,però l'impressione che sia non troppo solido rimane;e sì che si legge per evasione,ma questo non è un buon motivo per snobbare quasi completamente ogni parvenza di trama o almeno di filo logico.



View all my reviews

E comunque sono passati due anni dalla pubblicazione,quindi non è più troppo presto per aspettarsi di vedere a breve il terzo capitolo sugli scaffali:perchè al di là della disposizione mentale del momento,è un volumetto un po' tanto campato in aria,con una conclusione decisamente insoddisfacente.

domenica 26 gennaio 2020

Elie Botbol, Gam Gam



Gam gam gam ki elekh
be be ge tzalmavet
lo lo lo ira ra'
ki atta' imadi'
gam gam gam ki elekh
be be ge tzalmavet
lo lo lo ira ra'
ki atta' imadi'
shivtekha
umishantecha
hema
hema inaktamuni'
shivtekha
umishantecha
hema
hema inaktamuni'
Gam gam gam ki elekh
be be ge tzalmavet
lo lo lo ira ra'
ki atta' imadi'
gam gam gam ki elekh
be be ge tzalmavet
lo lo lo ira ra'
ki atta' imadi'
shivtekha
umishantecha
hema
hema inaktamuni'
shivtekha
umishantecha
hema
hema inaktamuni'
Gam gam gam ki elekh
be be ge tzalmavet
lo lo lo ira ra'
ki atta' imadi'
gam gam gam ki elekh
be be ge tzalmavet
lo lo lo ira ra'
ki atta' imadi'
shivtekha
umishantecha
hema
hema inaktamuni'
  
(Anche se andassi
nella valle oscura
non temerei alcun male,
perché Tu sei sempre con me;

Perché Tu sei il mio bastone, il mio supporto,
Con Te io mi sento tranquillo.)
 «Salmo. Di Davide.
Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla; su pascoli erbosi mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce.
Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino, per amore del suo nome.
Se dovessi camminare in una valle oscura, non temerei alcun male, perché tu sei con me. Il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza.
Davanti a me tu prepari una mensa sotto gli occhi dei miei nemici; cospargi di olio il mio capo. Il mio calice trabocca.
Felicità e grazia mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita, e abiterò nella casa del Signore per lunghissimi anni.»

domenica 12 gennaio 2020

sabato 11 gennaio 2020

Matrimoni



-Come fai a sopportarlo? Voglio dire: un matrimonio non è abbastanza?
-Io adoro i matrimoni. Da sempre.
-Sul serio?Quale parte?La felicità forzata,la musica da schifo o il cibo di merda?
-Quella che fa conoscere persone positive come te!

mercoledì 8 gennaio 2020

30 giorni di libri: giorno #16

16) La tua copertina preferita


Dopo quasi un anno riprendo il filo di questo giochino,che doveva durare un mese o giù di lì,e invece a momenti spegnerà la sua terza candelina.
Non mi sento di promettere di arrivare in fondo stavolta,ma quantomeno ho in mente di provarci,anche se sinceramente io le copertine di solito a momenti neanche le guardo.
Una di quelle che continuo a trovare particolarmente evocative,e che quasi mi piace più del romanzo che contiene,è questa qui:


Ma non negherò che le copertine in stile pop art dei due romanzi di Ester Viola che vedono come protagonista l'avvocatessa Olivia Marni abbiano avuto un peso rilevante nella mia decisione di dare una chance ai romanzi medesimi:


martedì 7 gennaio 2020

La dea fortuna





 
C'è una luna turchese diamante stanotte
che ferirebbe ogni cuore.
Sì,sono triste e mi manchi 
anche se ti cammino accanto
sempre caro sei stato al mio dolore.
















  

Perfino lontano da niente succede qualcosa. 
ma non qui.

lunedì 6 gennaio 2020

Into the unknown




Ho avuto delle riserve sul primo film di Frozen,e ne ho anche su questo Frozen II - Il segreto di Arendelle,per ora però mi limito ad inserire la canzone principale della colonna sonora del film,che a me è piaciuta molto.


I can hear you but I won't
Some look for trouble while others don't
There's a thousand reasons I should go about my day
And ignore your whispers which I wish would go away, oh
Whoa
You're not a voice, you're just a ringing in my ear
And if I heard you, which I don't, I'm spoken for I fear
Everyone I've ever loved is here within these walls
I'm sorry, secret siren, but I'm blocking out your calls
I've had my adventure, I don't need something new
I'm afraid of what I'm risking if I follow you
Into the unknown
Into the unknown
Into the unknown
 
What do you want? 'Cause you've been keeping me awake
Are you here to distract me so I make a big mistake?
Or are you someone out there who's a little bit like me?
Who knows deep down I'm not where I'm meant to be?
Every day's a little harder as I feel your power grow
Don't you know there's part of me that longs to go
Into the unknown?
Into the unknown
Into the unknown

Whoa
Are you out there?
Do you know me?
Can you feel me?
Can you show me?
ooh
 
Where are you going? Don't leave me alone
How do I follow you
Into the unknown?

domenica 5 gennaio 2020

Cat street

Primo ripescaggio di questo 2020 ancora dalle recensioni prodotte a suo dì per il sito Lovely Manga; stavolta si tratta di una serie che lessi come surrogato di un'altra della stessa autrice,troppo lunga e troppo complicata da recuperare per i miei gusti e per la mia pazienza all'epoca,e in effetti mai letta neppure in seguito;nel frattempo della Kamio ho però letto altro,e se dovesse capitare che Hanadan venga ristampato,potrebbe essere la volta buona che ci dia uno sguardo,anche se non metterei la mano sul fuoco su nessuna delle due eventualità.
Cat street me la ricordo come una serie abbastanza gradevole ad ogni modo,anche se non irrinunciabile.



Trama:
Keito Aoyama a 16 anni trascorre le sue giornate nell'inedia e nella solitudine,dopo un passato da attrice bambina.finito quando un'altra bambina le si era avvicinata offrendole la sua amicizia:Keito,che non aveva mai avuto la possibilità di avere una vera amica,ne è molto felice e confida totalmente in lei,che in realtà le si è avvicinata per capire il motivo della sua bravura,in modo da superarla e prendere il suo posto.
Nel corso dei suoi vagabondaggi un giorno viene avvicinata da un uomo,che dopo aver saputo che non frequenta nessuna scuola,la invita a recarsi in quella da lui diretta,un posto chiamato 'El Liston',quasi una sorta di centro sociale per ragazzi che per i più svariati motivi non hanno potuto o voluto frequentare le scuole normali come ogni ragazzo della loro età.
Inizialmente riluttante,Keito finirà col frequentare con sempre maggiore regolarità questa scuola,trovando finalmente dei veri amici e imparando tra le altre cose che la vita può anche offrire una seconda possibilità.

Personaggi:

Keito Aoyama: la protagonista all'inizio della storia ha 16 anni e un passato da attrice bambina interrotto in modo traumatico.
Da allora si è rinchiusa nel suo mondo,diventando fredda e schiva,non sa cosa fare della sua vita,e neanche le interessa fare progetti per il futuro.

Rei Saeki: un ex calciatore di grande talento allontanato dai suoi compagni di squadra è la prima persona che Keito incontra a El Liston,e grazie allla sua solarità e allegria Keito comincerà pian piano ad aprirsi al mondo.

Koichi Mine: autentico genio informatico,lavora come sviluppatore per una importante azienda di software.Apparentemente piuttosto scontroso è in realtà molto sensibile,e Keito scoprirà che loro due si capiscono molto bene anche senza parlarsi.

Momoji Noda:
ragazza molto timida e abile nel cucito,a scuola veniva sistematicamente presa in giro per l'originalità degli abiti che si confezionava,così aveva smesso di andarci,iniziando a frequentare El Liston,dove diventerà molto amica di Keito.

Manga:

Titolo originale: Cat Street (キャットストリート)
Titolo italiano: Cat Street
Storia e disegni: Yoko Kamio (神尾 葉子)
Editore giapponese: Shueisha (Bessatsu Margaret)
1a ed.: agosto 2004-ottobre 2007
Tankobon: 8 (conclusa)
Editore italiano: Planet Manga
Prezzo: 4.00 euro i primi tre,4.30 tutti gli altri
1a ed. it.: ottobre 2006-settembre 2008

Drama:
Nel 2008 il manga è stato adattato in un live action in sei episodi di produzione giapponese,ed è stata l'autrice a scegliere l'attrice che avrebbe dovuto interpretare la protagonista.

Titolo originale: Cat Street (キャットストリート)
Storia originale: Yoko Kamio
Regia: Sasaki Akimitsu,Fujio Takashi
1ª tv: 28 agosto 2008-2 ottobre 2008,NHK
Episodi: 6 (completa)
Interpreti principali:
Keito-Mitsuki Tanimura
Rei-Ryo Kimura
Momiji-Tomoka Kurokawa
Koichi-Ryo Katsuji


Autrice:
Yoko Kamio è una mangaka giapponese,nata a Tokyo il 29 giugno 1966.
Il suo debutto risale al 1986,quando pubblica Hatachi no mama de matteiru sulla rivista Margaret della Shueisha,e dedicandosi negli anni successivi a molti altri lavori,anche se l'opera che l'ha resa famosa in patria e all'estero è sicuramente Hana Yori Dango,alla cui serializzazione ha lavorato dall'ottobre 1992 al settembre 2003,in seguito raccolto in 36 volumi,che Planet Manga pubblicherà anche in Italia tra il 2002 e il luglio 2006,e che in patria le è valso lo Shogakukan Manga Award per la categoria shoujo nel 1996,diventando uno degli shoujo manga più famosi della sua generazione e non solo.
Finito Hanadan si è dedicata alla serializzazione di Cat Street,pubblicato originariamente tra il 2004 e il 2007,e a partire dal 2006 edito anche in Italia da Planet manga,dopodichè è stata la volta di Matsuri Special,manga shonen in quattro volumi,pubblicato sulla rivista Jump Square dal novembre 2007;come le altre opere della Kamio finora giunte in Italia,anche questa è stata recentemente pubblicata con cadenza mensile dalla Planet Manga,dal dicembre 2010 al marzo 2011.
Dal 2009 l'autrice sta lavorando ad un nuovo manga shoujo,intitolato Tora to Ookami (la tigre e il lupo),ancora in corso in patria,con tre volumi all'attivo,fino ad ora inedito in Italia.
Nonostante sia una mangaka molto apprezzata sia in patria che all'estero,in un'intervista ha dichiarato che da ragazza non pensava di diventare una mangaka professionista,e dopo la scuola aveva iniziato a frequentare un corso da segretaria.

Voto e considerazioni:

Originalità: 8
Storia: 8
Disegni: 8
Voto Finale: 8

Cat Street è l'originale e ben raccontata storia di una rinascita:la protagonista,proprio a causa del suo talento per la recitazione,fin da piccolissima non ha l'opportunità di vivere come gli altri bambini della sua età,andando a scuola,giocando e frequentando degli amici,e così quando anche la recitazione le viene tolta si ritrova a non avere nulla,neanche aspirazioni o sogni per il futuro.
Uscirà dal suo stato d'inedia e disperazione grazie all'incontro con altri ragazzi che per un motivo o per l'altro sono finiti ai margini,gatti di strada come lei,che l'autrice ci presenta come persone non impegnate a rincorrere un'astratta normalità,ma ad apprezzare anche la loro diversità,e a non considerare sprecate le loro vite solo perchè non hanno seguito i binari consueti.

Consigliato?

venerdì 3 gennaio 2020

Vento dall'est


“Vento dall’est la nebbia è là
Qualcosa di strano fra poco accadrà
Troppo difficile capire cos’è
Ma penso che un ospite arrivi per me.”☔


Si riparte


Questo per quanto riguarda l'anno appena trascorso,per quello appena iniziato ancora l'augurio è cercare di fare almeno lo stesso.
Comunque sia,mi ha un po' sorpresa rendermi conto che sono già alla mia quarta reading challenge su goodreads (così come dei miei quasi 10 anni su blogger...ormai non mi ricordo neanche più cosa scrivevo 10 anni fa,a momenti nemmeno cos'ero all'epoca,per la verità,a parte 10 anni più giovane,ovviamente),nelle tre precedenti ho sempre superato il mio obiettivo iniziale,sempre fissato sui 35 libri;nel numero sono sempre stati compresi fumetti e riletture,tuttavia sono soddisfatta lo stesso dei miei traguardi da lettrice,almeno una cosa di cui sentirmi orgogliosa,una volta tanto...

mercoledì 1 gennaio 2020

Il buongiorno si vede dal mattino


Sarà difficile essere all'altezza di un anno come quello appena concluso,ma mi impegnerò.
Intanto,
Felice Anno Nuovo a tutti!