domenica 13 gennaio 2019

Random Stuff #14

Stasera in tv guardo Il divo,e il pensiero torna a quando il film lo vidi al cinema.
Mi domando come feci e reggerlo all'epoca,e in subordine come hanno fatto a dare un Oscar a Sorrentino,che ci vuole parecchio coraggio per entrambe le situazioni,anche se di diversa natura.


Mentre registro con soddisfazione la notizia della vittoria ai Golden Globe di Bohemian Rhapsody,e del futuro ritorno in sala in versione karaoke,ovvero con i testi delle canzoni in sovraimpressione,annunciato anche per l'Italia,anche se non è ancora stata comunicata la data di tale ritorno da noi.

martedì 8 gennaio 2019

Sakuroscopo (spoiler alert)


L'Occhio Interiore stamattina era un po' appannato,ma vi posso lo stesso dire che a gennaio avremo qua e là qualche nevicata,ma anche dei giorni di sole.
A febbraio grandi festeggiamenti in tutta la penisola,a marzo temperature più miti inviteranno alle passeggiate all'aria aperta
Qualcuno in questo periodo concepirà propositi matrimoniali,che nella maggiorparte dei casi sfumeranno prima di Pasqua,che quest'anno potrebbe arrivare un po' più tardi,malgrado le prime colombe e le prime uova al cioccolato saranno come al solito nei supermercati accanto agli ultimi panettoni già a metà febbraio.
In questo periodo potreste sentirvi più stanchi e irritabili del solito,e in ogni caso non dimenticate di spostare indietro di un'ora gli orologi l'ultima domenica di marzo.
A maggio i primi bagni lungo le coste italiane,ai primi di giugno orde di bambini e ragazzi si riverseranno fuori da grigie costruzioni in maniera più caotica e rumorosa del solito; intorno agli ultimi giorni della stagione primaverile ed all'inizio di quella estiva all'incirca tutti i quattordicenni e i diciannovenni o giù di lì del Paese saranno alle prese con un importante cambiamento nella loro vita.
Luglio e agosto daranno con estrema indifferenza l'estremo saluto a quel po' di senso della decenza che a fatica avrà cercato di sopravvivere fino a quel momento,per poi sparire completamente dalla circolazione appena il termometro si sarà avvicinato ai 25 gradi.
Molti potranno godere di qualche giorno di meritato riposo,funestato da imprevedibili calamità quali  temperature che in qualche caso potrebbero aggirarsi intorno ai 40 gradi (dipende dall'umidità),ma non disperate:in tali circostanze non mancherà chi saprà offrirvi accorti e preziosi consigli,quali bere molto,ma evitando i superalcolici,ed evitare di uscire nelle ore più calde della giornata (ammetterete che da soli non ci sareste mai arrivati).
A settembre per molti di voi tornerà a suonare la campana del senso del dovere e tornerete quindi anche se in qualche caso a malincuore ad occuparvi delle consuete attività;ad ottobre un'improvvisa ma transitoria vitalità vi spingerà ad iscrivervi ad  un corso di ballo caraibico,che abbandonerete a novembre.
Dicembre,tempo di bilanci e riflessioni,vi troverà generalmente più saggi e più maturi di almeno un anno,ma già ai primi del mese potreste avvertire una certa insofferenza verso l'atmosfera zuccherosa e dolciastra che comincerà a respirarsi un po' dappertutto,condita di melodie narcotizzanti e comunque di gusto discutibile,per poi ritrovarvi dapprima stressati e vagamente confusi,infine non si sa come seduti a tavola con dei quasi perfetti estranei che vi si dice far parte della vostra famiglia a consumare una quantità onestamente spropositata di cibo e di alcolici scadenti.
Vedrete panzoni barbuti di rosso vestiti ad ogni angolo della strada,e sarete tentati di togliere il saluto più o meno a tutti prima della fine del mese,ma abbiate fiducia;il nuovo anno coi relativi buoni propositi e gli auspici di prosperità,salute,amore e pace universale vi attende.

“Indovinami, Indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?”.

“Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un Carnevale e un Ferragosto

e il giorno dopo del lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:

per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno!”. 
(G. Rodari)

Modestamente,Paolo Fox mi fa un baffo!

lunedì 31 dicembre 2018

Auguri!


Anche se il Natale è passato ancora tempo di auguri,e mi piaceva che a farli da parte mia fossero Tacchan e Minami (e Panchi).
Dunque

 Auguri di un Felice Anno Nuovo a tutti,e Buone Feste!

domenica 30 dicembre 2018

30 giorni di libri: #giorno 11


11) Un libro che prima amavi e che ora odi.



Mah,onestamente non mi viene in mente nulla del genere,al massimo potrei citare una svista di gioventù,anche se col senno di poi posso senz'altro dire che non era amore,era un libro che tutti leggevano e che quindi lessi anch'io,e che poi,sempre a causa del conformismo della gioventù (checchè se ne dica) mi convinsi mi fosse piaciuto,con un certo sotterraneo scetticismo che nemmeno all'epoca riuscii ad ignorare del tutto.
Il libro in questione come si evince dall'immagine del post è Siddhartha di Herman Hesse,e negli anni mi è solo rimasto il dubbio se ci sia mai stato qualcuno a cui sia piaciuto davvero,e marginalmente come e perchè il diktat sia riuscito ad imporsi.
Comunque sia,così come non si poteva parlare di amore prima,non si può neanche definire odio ciò che è subentrato in seguito,una semplice maturazione di gusti e di consapevolezza...certo è che non mi è mai passato per la mente di rileggerlo.


sabato 29 dicembre 2018

Serie che partono e serie che (non) arrivano




Questo mese si sono concluse due delle ormai pochissime serie manga che ancora seguivo (anche se l'ultimo numero di Come dipo la pioggia non si era ancora manifestato nella fumetteria dove vado), e invece di festeggiare il fatto che finalmente le mie finanze avranno un momento di sollievo così come succedeva in passato,nonchè per il fatto di essere riuscita finalmente a vedere la conclusione di Yawara!,cosa che a un certo punto della storia editoriale della serie era diventata tutt'altro che scontata,mi ritrovo a sentirmi piuttosto afflitta contemplando la penuria di manga da leggere nei prossimi mesi.
Detto ciò,devo anche aggiungere che non trovo comunque da nessuna parte la voglia o l'interesse di iniziare qualcosa di nuovo,per cui a parte considerare forse la riedizione di Lamù e ancora più remotamente quella di Slam Dunk,penso che continuerò invece a disfarmi della muffa che alberga nella mia collezione,e pazienza se in qualche caso si tratta di serie che seguivo anche con molto entusiasmo.
E' stato con dispiacere infatti che ho impacchettato i volumetti ad esempio di Maya e soprattutto di D.Gray-man,però in entrambi i casi avevo irrimediabilmente perso il filo,e fare la fatica di ritrovarlo mi è sembrato inutile,visto e considerato che probabilmente vale lo stesso anche per gli autori,almeno per quanto riguarda quel mostro sadico di Suzue Miuchi,mentre spero che la Hoshino risolva presto i suoi problemi di salute,che in quel caso tornerei volentieri sui miei passi,visto che DGM era un manga che mi piaceva davvero molto,e che tornerei a leggere molto volentieri.
Glass No Kamen invece secondo me ultimamente si stava semplicemente attorcigliando su se stesso,un'ulteriore dimostrazione di mancanza di rispetto per i lettori oltre a tutte le vergognose manfrine in cui la Miuchi ha indugiato nel corso degli anni.

E dunque non rimane che aggrapparsi all'unica certezza di sempre in campo manga e non solo,Mitsuru Adachi quindi,che al momento si traduce con l'attesa dei volumetti di Mix,di cui è appena uscito l'undicesimo volumetto,che mi sono goduta assieme ad un po' di beata e silenziosa solitudine dopo i bagordi natalizi.
Volume dedicato alla quotidianità,dopo il racconto della partita contro il Toshu del volumetto precedente,e almeno per me più interessante,dato che,malgrado la lunga pratica dovrebbe ormai avermi dato almeno un po' di dimestichezza con il baseball,così in effetti non è.
Adesso comunque toccherà aspettare qualche mese per leggere il seguito di quello che si annuncia un manga abbastanza lungo,nel quale nonostante tutto spero sempre di rintracciare qualche elemento di vicinanza in più con l'eterno Touch,in pratica aspettando di rivedere prima o poi Minami e soprattutto Tacchan <3
Prima o poi confido anche che le Clamp si rimettano al lavoro su xxxHOLiC,e la Goen a proseguire la pubblicazione di Tokyo Alice,che qui già si langue nell'inedia mangosa,se poi marciamo di questo passo rischio davvero di perdermi anche le uscite di quei pochi manga che ancora mi appassionano.